PREMIER LEAGUE – Il campionato più bello del mondo festeggia 25 anni

La Premier League festeggia i suoi primi 25 anni di competizioni. Il campionato inglese, così come lo conosciamo oggi è nato nel 1992 in seguito ad uno scisma dalla Football League. Inizialmente, 25 anni fa, era chiamata semplicemente First Division. Adesso è il campionato più bello del mondo.

In 25 anni di partite sono state scritte molte pagine di storia e di record a cominciare dai titoli: sappiamo che il Manchester United è il club che ha vinto il maggior numero di edizioni con ben 13 scudetti. Per i titoli personali sappiamo che Giggs è il giocatore con più presenze, ben 638 e Sherear quello con più reti segnate, 260 goals.
Ma esistono altre curiose statistiche sulla Premier League? Ovviamente.
Ad elencarcele, grazie all’aiuto dei dati Opta, è il Mirror che si è divertito a raccogliere i 25 dati più curiosi della competizione.

Premier League, le 25 statistiche più curiose della sua storia

1 – Solo due giocatori hanno segnato dal dischetto calciando sia di destro che di sinistro: Bobby Zamora e Obafemi Martins.
2 – Sapete chi è stato il più sostituito in questi 25 anni? Ryan Giggs: ben 134 volte!
3 – In tutta la sua esperienza inglese, Mario Balotelli ha fornito un solo assist. Ma che assist: quello per Aguero all’ultimo secondo contro il QPR. Era il 2012, grazie a quella rete, il Manchester City vinse il titolo.
4 – Solamente tre giocatori hanno realizzato almeno un gol, un assist e un autogol in una sola partita: Wayne Rooney, Kevin Davies e Gareth Bale. Ma…
5 – … solamente il gallese ha aggiunto a questo singolare bottino anche un cartellino giallo.
6 – La legge del Manchester United: i Red Devils non hanno mai perso una gara in cui hanno concluso il primo tempo in vantaggio.
7 – Alan Shearer e le due facce della stessa medaglia: detiene sia il record di rigori realizzati (56) che falliti (11).
8 – Nel 2015/16 il West Ham ha concluso con la differenza reti in positivo: nella massima serie non ci riusciva da 30 anni (dal 1985/86).
9 – Paul Robinson è una specie di Rogerio Ceni inglese: l’ex portiere ha segnato un gol (con il Tottenham nel 2006/07), fornito almeno un assist e guadagnato almeno un rigore. È suo in particolare il record di assist: cinque, più di chiunque altro estremo difensore.

10 – Se segna James Milner, è una sentenza: il vice-capitano del Liverpool è andato in gol in 57 diverse partite di campionato. In nessuna di queste ha mai perso!
11 – Sono solamente tre i giocatori, nati dopo l’inaugurazione della Premier League, ad aver siglato una tripletta: Raheem Sterling (classe 1994), Harry Kane e Romelu Lukaku (entrambi del 1993).
12 – È invece lui l’unico nato prima del 1960 ad aver realizzato una tripletta: l’attuale ct della Scozia, il classe 1957 Gordon Strachan.
13 – Nel 2010/11 c’erano 14 giocatori di nome David e 11 che si chiamavano James. Il tutto nella prima stagione in cui era assente l’ex portiere della Nazionale… David James.
14 – Nel 2001/02 il Newcastle conquistò 34 punti in situazioni di rimonta: un record. Tra l’altro è stato anche lo stesso punteggio con cui sarebbe retrocesso in Championship sette anni più tardi.
15 – Nel 2014/15, George Boyd ha giocato per due squadre retrocesse nella medesima stagione. Prima di lui solo altri tre: Mark Robins nel 1994/95, Steve Kabba 2006/07 e David Nugent nel 2009/10.
16 – Sempre nel 2014/15, il Leicester City è rimasto in coda alla classifica per 140 giorni evitando lo stesso la retrocessione: record assoluto.
17 – Sono solamente quattro i giocatori di movimento che hanno vinto il titolo giocando ogni singolo minuto: Gary Pallister (Manchester United, 1992/93), John Terry (Chelsea, 2014/15), Wes Morgan (Leicester, 2015/16) e Cesar Azpilicueta (Chelsea, 2016/17).

18 – Peter Crouch ha realizzato 50 reti di testa: addirittura 16 squadre, che hanno militato in PL dal 1992 a oggi, hanno fatto peggio.
19 – L’ex Liverpool Nuri Sahin è stato sostituito in tutte e 7 le partite disputate nel campionato inglese: record.
20 – Richard Wright ha disputato appena 12 partite nella massima serie (12 con l’Arsenal nel 2001/02 e nessuna con il Manchester City tra il 2012 e il 2016), laureandosi campione d’Inghilterra per ben due volte!
21 – L’ex Liverpool Iago Aspas ha collezionato più calci d’angolo che tiri verso la porta.
22 – Nel 1997/98 Andy Roberts ha disputate 37 partite in campionato: ben 4 contro l’Arsenal (due con il Crystal Palace e due con il Wimbledon).
23 – L’ex manager del Wolverhampton Terry Connor è l’unico allenatore a non aver vinto nemmeno una partita in PL, tra quelli che ne hanno collezionate almeno 10.
24 – Nella stagione appena trascorsa, l’Hull City è stato retrocesso dopo essere stato almeno una giornata in testa alla classifica: come loro solamente il Charlton nel 1998/99 e il Bolton nel 2011/12.
25 – Cosa accomuna l’ex Everton Duncan Ferguson e Salomon Rondon del West Bromwich? Sono gli unici due giocatori ad aver segnato una tripletta di testa: il primo contro il Bolton nel 1997, il venezuelano nel 2016 contro lo Swansea.