BLUES CORNER – Fine della striscia, ma sempre primi!

Amici blues un carissimo saluto a voi!
Settimana questa, la prima del 2017, di certo non positiva a seguito della dolorosissima sconfitta in casa dei bianchi di Londra che pone fine alla nostra meravigliosa striscia di vittorie consecutive in Premier League.
Perdere fa sempre male, ma farlo contro il Tottenham è ancora peggio per la nota rivalità tra queste due squadre: quella orgoglio di Londra e quella di Haringey.
Per fortuna molte nostre dirette inseguitrici non hanno saputo capitalizzare in pieno questo nostro passo falso e quindi restiamo ancora primi con 5 punti di vantaggio sulle più pericolose avversarie.
I nostri avversari hanno dimostrato di avere forse più fame di noi, sicuramente sono stati più cinici e precisi, non hanno sprecato le loro occasioni, colpendoci nei nostri momenti migliori e vanificando così il lavoro che stavamo imbastendo per segnare.
Un piccolo intoppo può capitare, perdemmo ad inizi anno contro il Tottenham a White Hart Lane pure due anni fa, poi però vincemmo la nostra ultima Premier League, con Mourinho.
La storia può ripetersi, la via è stata tracciata in maniera chiara e limpida ed Antonio continuerà ad indicarla in maniera netta e marcata.
Da ultimo desidero esprimere i migliori auguri di buona vita, di buon proseguimento di carriera ed un sincero grazie a John Obi Mikel, che dopo 10 anni e 6 mesi lascia Stamford Bridge per andare a giocare in Cina al Tanjin TEDA.
John è stato per oltre un decennio una presenza sicura e silenziosa all’interno dello spogliatoio: non un centrocampista prolifico, ma solido ed affidabile uomo squadra, prezioso centrocampista e uomo spogliatoio.

L’AMARA SCONFITTA CONTRO IL TOTTENHAM – Un Chelsea desideroso di continuare la striscia di vittorie si presenta a White Hart Lane subito battagliero con un’incursione di Matic che serve Hazard che purtroppo non trova il bersaglio.
Pochettino decide di affidarsi ad una difesa a tre lasciando ai suoi difensori la marcatura “man-to-man” contro i nostri attaccanti per non andar sotto a centrocampo, mantenendo comunque un reparto offensivo corposo.
La mossa paga i suoi dividendi perché con il passare del tempo i bianchi di Londra diventano padroni del campo con noi blues che abbassiamo il baricentro in difesa e ci imbottigliamo in sterili tentativi di trovare la giocata vincente quando abbiamo la palla.
Prima Eriksen e poi Dier impensieriscono Courtois, ma è Dele Alli a trovare l’inzuccata vincente, su cross di Eriksen, nei minuti finali del primo tempo.
Durante l’intervallo Conte carica i suoi ed i ragazzi entrano in campo con lo spirito giusto: prima Diego Costa e poi Hazard vanno vicini al pareggio ma è ancora Alli a punirci, sempre su cross di Eriksen.
Questa seconda rete ci stende e non riusciamo più a rialzarci: finisce 2-0 per i padroni di casa.
Perdere un derby è sempre brutto, a maggior ragione contro il Tottenham.

LE PAROLE DI ANTONIO – A fine match Antonio Conte ha dichiarato di aver visto una buona partita, tra due squadre molto equilibrate e con buon intensità.
Il Tottenham ha segnato nel momento migliore dei blues nel primo tempo, mentre nel secondo tempo sono state create diverse occasioni ma ancora una volta è stata la squadra di Pochettino a trovar la rete.
Gli Spurs sono un’ottima squadra, tra le sei che possono avere ambizioni da titolo; il Chelsea dal canto suo deve esser fiero della striscia di 13 vittorie appena terminata.
Subire due reti come quelle di Alli ci può stare ed importante è stata la reazione: si vince da squadra e si perde da squadra.
A livello atletico la squadra non ha avuto cali: i motivi della sconfitta sono altri.
Conte sottolinea come l’allenamento non cambia in base ai risultati: questo gruppo lavora assieme da soli 5 mesi ed i risultati di ciò che è stato fatto fino ad oggi sono molto positivi.

LA VITTORIA IN FA CUP – Il Chelsea reduce dalla batosta di White Hart Lane e con una formazione piena di seconde linee non si fa distrarre dal non eccelso blasone dell’avversario e gioca una prova gagliarda: il Peterborough viene sotterrato da 4 reti con Pedro particolarmente ispirato autore di una doppietta.
A segno pure Willian e Batshuayi mentre da segnalare il ritorno di Kurt Zouma e le prove convincenti dei ragzzi della nostra Academy.
Peccato per l’ingiusta espulsione di John Terry, che proprio contro il Peterborough ha toccato le 50 presenze in FA Cup da capitano di noi blues.

LE PAROLE DI ANTONIO – A fine partita Antonio Conte si è dichiarato molto contento della performance offerta dai suoi ragazzi: tante cose positive anche da coloro che di solito non giocano e ciò non è scontato.
La squadra ha mostrato impegno e dedizione: bene il ritorno di Kurt Zouma come pure le prove di Chalobah, Loftus-Cheek, Aina e Batshuayi, autore di un grande lavoro per la squadra.
Riguardo all’espulsione di Terry, il nostro manager ritiene che sia stata ingiusta e che il Club farà ricorso contro la decisione arbitrale.
Conte annuncia che Nathan Ake sarà richiamato a Stamford Bridge già da questa sessione di mercato perché ha dimostrato di meritare di giocare per il Chelsea

LEICESTER CITY ARE THE NEXT – Sabato 14 gennaio alle 18:30, ora italiana, i blues affronteranno i campioni d’Inghilterra allenati da Claudio Ranieri al King Power stadium.
La marcia di Vardy e soci in questa stagione non è di certo allo stesso livello di quella dello scorso anno ma la concentrazione e la determinazione dovranno essere massime per ottenere altri tre punti, fondamentali per riprendere la marcia.

E’ tutto per ora, alla prossima!

Come on blues!

Edoardo Orlandi
@Chels_Italy

Edoardo83

Laureato in giurisprudenza, ama l'antichità classica greco-romana, il basket NBA e la Premier League. Tifa per l'Inter ed il Chelsea

Latest posts by Edoardo83 (see all)