BLUES CORNER – Settimana intensa ma positiva per i noi blues!

Amici blues un carissimo saluto a voi!
Settimana densa di impegni quella appena passata per i nostri blues che continuano la loro marcia verso il traguardo finale mantenendo sempre un discreto cuscinetto di punti su quelli di Haringey.
La settimana non era in vero iniziata bene con l’inattesa quanto indigesta sconfitta casalinga nel derby contro il Palace dove non abbiamo raccolto punti seppur abbiamo creato tante occasioni da rete.
Era chiaro però che si fosse trattato solo di un mero incidente di percorso e che i ragazzi non hanno subìto alcun contraccolpo psicologico, anzi hanno replicato come meglio non avrebbero potuto battendo il Manchester City prima ed il Bournemouth poi in discreta scioltezza, ovviamente in proporzione all’avversario.
In questo fondamentale momento della stagione fa bene Conte a predicare calma ed attenzione a non fare troppi voli di fantasia: la strada è ancora molto lunga ed i rischi in cui si può incorrere sono molteplici, alcuni potenzialmente molto noti e pericolosi.
In un momento in cui Diego Costa sta accusando un leggero e comprensibile momento di calo, è la stella di Eden Hazard a brillare forte come non mai: il nostro fuoriclasse ha guidato i nostri beniamini con prestazioni di assoluto valore, rivelandosi un rebus inesplicabile per le avversarie, piccole o grandi che siano.
Che bello tornare a rivedere un Eden paradisiaco, dopo un anno infernale!

LA SCONFITTA CONTRO IL PALACE – L’ennesimo derby di Londra parte alla grande con Fabregas che irrompe in area su cross basso di Hazard per portarci sul 1-0.
La gioia dura però pochissimi minuti: prima un diagonale di Zaha e poi un pallonetto di Benteke ci puniscono in modo ingeneroso.
Durante il primo tempo non lesiniamo sforzi per riacciuffare il pari ma Hennessy è davvero brillante a salvare la sua squadra.
Va detto che ci sarebbe pure un sospetto mani nell’area del Palace non ravvisato dall’arbitro Pawson.
Nel secondo tempo perdiamo un po’ di efficacia ed addirittura rischiamo la terza rete se non fosse per un grande Courtois che salva alla grande su Zaha.

LE PAROLE DI ANTONIO – A fine match Antonio Conte sottolinea come un pareggio sarebbe stato il risultato più giusto perché i ragazzi hanno creato tante opportunità per segnare.
Il nostro manager ha dei dubbi sul rigore non assegnatoci per un fallo di mano in area del Palace.
Antonio sostiene come Moses sia un ottimo giocatore ma va dato merito a Pedro di aver giocato una buona partita.
Il match contro il Manchester City sarà molto duro ma tutte le partite da qui alla fine lo saranno.

LA VITTORIA CONTRO IL CITY – Dopo l’immeritato tonfo contro il Palace i blues di Antonio Conte rispondono alla grande battendo 2-1 il Manchester City di Pep Guardiola, arrivato al Bridge con propositi forse troppo bellicosi per poter essere attuati.
Tempo 10 minuti ed i nostri ragazzi passano: Azpilicueta serve Hazard in area, il fuoriclasse belga di destro ad incrociare beffa un Caballero di certo non impeccabile.
Gli ospiti provano a replicare con Aguero ma Courtois blocca il tiro debole del Kun.
Fabregas prova a raddoppiare su punizione ma la deviazione di Clichy salva un Caballero fuori causa.
Il City pareggia solo grazie ad un inguardabile rinvio di Courtois che serve Silvia il quale prepara le condizioni per il pareggio di Aguero.
Il nostro portiere è però decisivo poco dopo salvando su Sanè in uscita bassa.
Passato lo spavento i ragazzi si riorganizzano e ritrovano il vantaggio su rigore di Hazard nato da uno sgambetto in area di Fernandinho su Pedro.
Nel secondo tempo il City prova il tutto per tutto: Kompany di testa colpisce una traversa, Fernandinho viene murato da Courtois che pochi minuti dopo para un colpo di testa di Stones.
Nel finale prima Pedro e poi Hazard possono triplicare ma non sono precisi.
Gli ultimi pericolosissimi assalti del City con Aguero e Stones a tempo scaduto non sortiscono effetto e noi possiamo festeggiare

LE PAROLE DI ANTONIO – A fine match un Antonio Conte soddisfatto sottolinea come questa sia una grande vittoria.
Il City è una grande squadra, molto difficile da battere perché ha grandi giocatori ed un grande allenatore e ci può stare soffrire per alcuni tratti di gara.
La squadra deve comunque pensare a se stessa e pensare a collezionare 8 vittorie sena pensare al Tottenham.
La sostituzione Zouma-Matic è stata di natura prettamente tattica: la scelta ha dato i suoi frutti.

LA VITTORIA CONTRO IL BOURNEMOUTH – Al Vitality stadium le cherries vogliono rendere cara la pelle e dopo pochi minuti vanno vicini al goal dopo uno svarione di David Luiz, per fortuna Courtois c’è e ci salva.
Goal sciupato goal subito: al minuto 17 Diego Costa riceve in area da Moses, colpisce male la palla imprimendo una traiettoria beffarda che si insacca in rete.
Neanche il tempo di esultare che Kantè recupera palla e lancia in maniera deliziosa Hazard che si invola verso la porta di Boruc e va a segnare il 2-0.
I padroni di casa colpiscono un palo con un piattone di Afobe ma trovano la rete poco prima dell’intervallo con un tiro di King deviato da David Luiz.
Nella seconda frazione Frasier va vicino al pareggio ma sono i blues al minuto 68 a triplicare con una splendida punizione di Alonso.
Il goal dell’ex terzino della Fiorentina chiude il match con noi blues che potremmo addirittura quadriplicare prima con lo stesso Alonso e poi con Moses.
Finisce 3-1 per noi!

LE PAROLE DI ANTONIO – A fine match Antonio Conte è soddisfatto per la vittoria al Vitality stadium, un campo ostico.
La squadra ha sofferto leggermente dopo che i padroni di casa hanno segnato il pari a fine primo tempo ma il secondo tempo è stato condotto in maniera positiva.
Giocare sapendo della vittoria del Tottenham non è facile ma questo tipo di pressione è una cosa normale ed è bello avercela.
Presto per cantare vittoria: tante sono ancora le sfide che i blues dovranno affrontare e quindi bisognerà pensare partita dopo partita.
I ragazzi dovranno dimostrare la stessa voglia di vincere del Tottenham che lo scorso anno ha combattuto fino alla fine.

 

UNITED ARE THE NEXT – Domenica 16 aprile alle 17:00, ore italiane, i ragazzi saranno ospiti di Josè Mourinho ad Old Trafford.

 

E’ tutto per ora, alla prossima!

Come on blues!

Edoardo Orlandi
@Chels_Italy

Edoardo83

Laureato in giurisprudenza, ama l'antichità classica greco-romana, il basket NBA e la Premier League. Tifa per l'Inter ed il Chelsea