Aston Villa-Tottenham, con tanta fatica gli Spurs vincono

Aston Villa-Tottenham 1-2

MARCATORI:
Weimann(AV) 16′, Chadli(T) 84′, Kane(T) 90′

FORMAZIONI INIZIALI:

L’Aston Villa di Paul Lambert è reduce da ben 5 sconfitte consecutive dove non è stato capace di segnare nemmeno una rete. Certamente non un bel periodo quindi e forse il Tottenham di Pochettino è un avversario che potrebbe aiutare la squadra di casa a rialzarsi: infatti gli Spurs a loro volta non vengono da un buon periodo di forma ma come valori tecnici, oggettivamente, dimostra qualcosa in più dei Villans.
Una partita che servirà a ripartire e trovare lo slancio per un buon proseguo di campionato per chi vince; ai perdenti invece toccherà assaporare ancora i bassi fondi della classifica. Nessuno ci sta a fare brutta figura!
Il direttore di gare è il signor Neil Swarbrick.

PRIMO TEMPO– Il Tottenham prova a gestire la partita fin dai primi minuti. Tuttavia, la prima vera occasione capita alla squadra di casa col il proprio giocatore di maggiore spessore, Christian Benteke; il belga però, dopo il rientro dall’infortunio, è ancora lontano da quella forma che gli ha permesso di fare oltre 30 gol nelle prime due stagione in Inghilterra. Al 14° ci riprova e stavolta ci va molto più vicino, colpendo la traversa con un bolide da appena dentro l’aria di rigore. Benteke è voglioso di fare bene e il pubblico di Birmingham lo sottolinea incoraggiandolo con un tanti applausi.
L’Aston Villa fa sul serio e al minuto 16 va in vantaggio: Z’gombia pesca Weimann in aria che in scivolata prende in contro-tempo Lloris e firma l’1-0 con un gol che mancava da 546 minuti.
In questo avvio di partita i Villans sembrano avere più rabbia e fame degli avversari che si trovano giustamente a dover subito rincorrere.
Il Tottenham prova a reagire ma i tentativi sono tutti timidi e poco incisivi. Adebayor al minuto 27 si trova a tu per tu con Guzan che riesce a fermare il tiro a botta sicura del togolese e salva il risulto. Questo è il primo vero tentativo di pareggio per gli Spurs. Al 39° il match ha una fiammata: contropiede per i Villans ma Benteke spreca; sul cambio di fronte Chadli prova a servire Adebayor in aria ma Guzan interviene bene e predica calma ai compagni.
Al 43° è ancora Benteke che si rende pericolo con un mostruoso stacco areo che indirizza la palla alla destra di Lloris e sfiora il palo. Segnali incoraggianti da questo primo tempo del centravanti belga che pare stia acquistando nuovamente quello smalto di un tempo.
Si va negli spogliatoi con un grigio Tottenham, incapace di reagire seriamente allo schiaffo di Weimann che al momento sta regalando 3 punti importanti alla compagine di Birmingham.

Istantanea del decisivo gol di Kane

SECONDO TEMPO– La squadra di Londra entra in campo con un volto nuovo: Erik Lamela è la carta che si gioca Pochettino al posto di Eriksen.
Al minuto 52 un brivido corre lungo tutta la schiena degli spettatori del Villa Park, quando Guzan si fa sfuggire una palla comoda dalle mani e per poco Adebayor non ne approfitta. Harry Kane è la seconda mossa di Pochettino che al minuto 55 resta solo con una sostituzione ancora a disposizione. Tuttavia, gli Spurs continuano a mostrare poche idee e a creare poco sotto porta.
Il match però di colpo si incattivisce: Jan Vertonghen è il primo a generare l’attenzione dell’arbitro con un intervento in scivolata molto duro che però viene punito solo con un giallo. La svolta della partita arriva al 66° quando Benteke viene espulso per una manata in volto a Lamela.
A questo punto Pochettino tenta il tutto per tutto e inserisce Townsend per Capoue. Lo schieramento tattico degli Spurs ora vede ben 5 giocatori dalle doti offensivi in campo, con Lamela nell’inedito ruolo di regista nel 4-4-2 disegnato dal tecnico argentino.
Come un fulmine a ciel sereno il Tottenham riesce a trovare il pareggio: su un calcio d’angolo, Chadli sbuca sul secondo palo e insacca con un facile piatto. 1-1 che finalmente arriva, dopo parecchi minuti di noia sotto il punto di vista del gioco e delle occasioni. La squadra ospite con un uomo in più ora ha 5 minuti più il recupero per trovare una vittoria che sarebbe tanto importante quanto insperata fino a qualche minuto fa.
Al 90° è Harry Kane a regalare il vantaggio ai suoi: punizione dal limite, dalla barriere sbuca Lowton che tocca la palla e mette fuori causa il suo portiere Guzan che non può far altro che guardare la palla andare in rete. Clamoroso ribaltone del Tottenham che in pochi minuti si porta dal 1-0 al 1-2.
Come estremo tentativo di trovare il pareggio, Paul Lambert butta nella mischia Darren Bent che però non può fare più di tanto.

Il match termina con una vittoria esterna per gli Spurs che provano a rilanciarsi sotto il punto di vista dei risultati; per il gioco, c’è ancora tanto da lavorare però per il tecnico ex Southampton ed Espanyol.
L’Aston Villa colleziona la sesta sconfitta consecutiva che sembra gettarla in tunnel ancora più profondo e buio. Tuttavia, fin quando si era 11 contro 11 ha gestito bene la partita, e il risultato negativo oggi sembra un pò severo per la squadra di Birmingham.

Ciro Vieni

Ciro Vieni

Oltre al calcio seguo con molta affezione anche la pallacanestro, che pratico fin da bambino, e il ciclismo. Inseguo il sogno di diventare un narratore di sport per raccontarlo a chi come me ne è innamorato
Ciro Vieni