BLUES CORNER – Fine anno senza danno

Amici blues un carissimo saluto a tutti voi e buone feste!
Dopo l’abbuffata natalizia siamo di nuovo a parlare dei nostri amati blues e di ciò che hanno combinato nelle due partite dopo Natale.
Sono stati due pareggi decenti che, per come la vedo io, ci hanno lasciato un po’ l’amaro in bocca per aver perso alcuni punti per strada (peccato per lo scivolone di Oscar nel match del Boxing day) ma che almeno hanno evidenziato una maggiore scioltezza in fase offensiva.
Non ne faccio necessariamente una questione di reti segnate, che si badi sono fondamentali, ma parlo di occasioni create, di movimenti offensivi, di idee in attacco, di encefalogramma leggermente ondeggiato.
Contento di aver rivisto tornare al goal il nostro Diego Costa, contento di vedere come Willy, anche quando non segna, riesce comunque a rendersi importante con passaggi e contento di rivedere un Terry che anche in fase offensiva si fa sentire.
Difensivamente parlando dobbiamo limitare certe ingenuità non da grande squadra (mani di Matic contro il Watford) e cercare di restare sempre saldi ed in controllo.
Nei primi 30 minuti ad Old Trafford abbiamo sofferto, forse troppo, contro una squadra di certo non al top della forma e dell’autostima.
Capisco che questi punti da migliorare non sono facili e semplici da sistemare ma voglio sottolineare il positivo impatto del Guus.
Un manager navigato, che già conosce l’ambiente e che ha dato la disponibilità per guidare uno dei Chelsea più in difficoltà degli ultimi 25 anni.
Proprio al Guus desidero esprimere i miei ringraziamenti ed i migliori auguri per un risanamento sportivo che possa procedere il più celermente possibile.

Un pari con rammarico per i blues

IL MATCH CASALINGO CONTRO IL WATFORD – L’esordio stagionale di Guus Hiddink sulla nostra panchina coincide con un pareggio casalingo per 2-2 contro un ottimo Watford.
Il nostro nuovo manager non fa magie, come era logico attendersi, ma ha almeno il pregio di rivitalizzare Diego Costa, autore di una bella doppietta, e più in generale di una signora partita.
Partono bene i ragazzi che si dimostrano certamente volitivi e ben intenzionati seppur ancora non impeccabili in fase difensiva e di gestione del possesso.
Gli ospiti hanno modo di contrattaccare ma siamo noi a passare in vantaggio su zampata mancina di Diego Costa su sponda di Terry da calcio d’angolo.
Il goal non demolisce di certo gli ospiti che trovano il pareggio poco prima dell’intervallo con un rigore trasformato da Deeney su mano solare di Matic.
Tornati dal riposo il Watford passa addirittura in vantaggio con un tiro di Ighalo leggermente deviato che beffa Courtois e fa ripiombare il Bridge nella paura per un nuovo ed ipotetico tonfo casalingo.
Per fortuna c’è la premiata ditta Willian-Costa: bell’assist di Willy per Diego che aggira il portiere e segna il goal del pareggio.
A 10 minuti dal termine però Behrami stende Hazard, Marriner ci accorda un rigore che Oscar sbaglia a seguito di un goffo scivolone nel momento di battere.
Che peccato! Termina 2-2 il match.

LE PAROLE DEL GUUS – A fine partita Guus Hiddink era dispiaciuto per non aver fatto bottino pieno ma ha elogiato lo spirito della squadra.
Elogi anche per Diego Costa e per gli ospiti autori fino ad ora di un ottimo campionato.

IL MATCH DI OLD TRAFFORD – Lunedì 28 dicembre i ragazzi hanno fatto visita ad uno United in piena crisi di risultati con un pubblico di casa decisamente ostile al manager olandese ex Bayern ed invocante Josè Mourinho.
Lo spettacolo offerto dalle due squadre non è stato certamente quello che negli ultimi 15 anni queste due compagini avevano abituato i loro tifosi.
E’ stato un match in cui ha prevalso la premura di non prenderle piuttosto che il coraggio di segnare.
E’ partito bene lo United che nella prima mezz’ora ha colpito una traversa con l’ex Mata ed un palo con Martial.
Ma i ragazzi, assorbito il colpo, hanno provato la contro-offensiva e così prima dell’intervallo De Gea si è dovuto superare sul colpo di testa di Terry.
Tornati dalla pausa prima Hazard e poi Azpilicueta hanno impegnato severamente il portiere dello United.
Van Gaal accortosi dei troppi pericoli che stavano arrivando, ha deciso di sabotare la partita con uno sterile possesso palla, interrotto da una conclusione sbagliata di Matic e da una possibile grande occasione di Rooney sul finale.
Finisce così 0-0 il big match di Old Trafford.

LE PAROLE DEL GUUS – A fine match il nostro manager si è dimostrato contento dello spirito intraprendente dei ragazzi che, privi di punte, hanno comunque creato molte occasioni da rete, per uno 0-0, di certo non noioso.

IL RECORD DI CECH – Lunedì 28 dicembre l’Arsenal ha vinto contro il Bournemouth senza subire reti consentendo così al nostro grande ex Petr Cech il raggiungimento del prestigioso traguardo di portiere con più “clean sheet” della storia della Premier League.
Ben 170 partite senza subire reti, la stragrande maggioranza di esse con la nostra maglia.
Tantissimi complimenti Petr!

PALACE ARE THE NEXT – Domenica 3 gennaio alle 14:30, ore italiane, i ragazzi saranno impegnati nel sud di Londra per l’insidiosa trasferta in casa del Crystal Palace.
Sarà un match difficile che ci metterà a dura prova in un ambiente a noi sempre molto ostico.
Come on blues!

Colgo da ultimo l’occasione per augurare a tutti un buon anno!

Edoardo Orlandi
@Chels_Italy

Edoardo83

Laureato in giurisprudenza, ama l'antichità classica greco-romana, il basket NBA e la Premier League. Tifa per l'Inter ed il Chelsea

Latest posts by Edoardo83 (see all)