BLUES CORNER – Willy is back!

Amici blues un carissimo saluto a voi ed un sincero ed affettuoso augurio di buon anno!
Questo 2016 si è chiuso alla grande per noi blues con due belle e convincenti vittorie contro Bournemouth e Stoke City che ci confermano in vetta solitaria e che confermano come sempre più come la marcia di Conte e dei suoi ragazzi stia diventando quasi insostenibile.
Prima di commentare queste partite spenderei due parole per Oscar Emboaba Junior che ha salutato per raggiungere la squadra cinese dello Shanghai, allenata da un ex blues, Andre Villas Boas.
Il ragazzo si è dimostrato un serio professionista, apprezzato da tutti i compagni di squadra ma ha spesso difettato di quella grinta, di quella carica agonistica e di quella continuità di rendimento che sarebbero state necessarie per emergere per davvero nella Premier League.
Lampi di indubbia classe ma anche tante partite anonime o comunque prive di personalità e precisione, lo ricorderò per quella scintillante doppietta alla Juventus in Champions League a Stamford Bridge al suo primo anno con noi.
In Cina in un campionato con meno pressioni e vigore fisico potrà brillare per davvero.
Per le casse del club si tratta di una vera manna: quanto pagato dai cinesi, cira 60 milioni di euro, è una cifra assolutamente spropositata per il valore del giocatore e quindi bisogna esser soddisfatti per l’enorme plusvalenza fatta.

Parlando di calcio giocato bisogna solo essere soddisfatti per quanto stanno facendo i ragazzi perché questa incredibile marcia vincente è ancora attiva e non sembra esser destinata a fermarsi, si spera.
Il Chelsea di Conte, pur avendo trovato una quadratura perfetta con il 3-4-3, si sta invece dimostrando molto abile nel sapersi modellare come un guanto ad ogni avversario, sia esso abile nel gioco di talento e con una miriade di passaggi, sia esso affidato a star isolate, sia esso affidato all’autobus parcheggiato davanti alla porta.
E questa abilità è merito soprattutto del manager che ha intriso la squadra del suo animo guerriero intelligente ma anche passionale e quella sua determinazione unica nel cercare la vittoria fino alla fine.

LA VITTORIA CONTRO IL BOURNEMOUTH – Le 11 vittorie consecutive non se mbrano assolutamente aver saziato i ragazzi di Antonio Conte che offrono una grande prova in casa contro il Bournemouth: sin dai primi minuti sembriamo nettamente determinati e volenterosi di fare molto bene: Pedro ed Hazard creano i primi grattacapi a Boruc ma gli ospiti riescono a resistere fino al minuto 24 quando una bella combinazione tra Matic, Fabregas ed Hazard porta al tiro ai limiti dell’area Pedro che inventa un simil pallonetto delizioso che termina la sua corsa proprio sotto la traversa.
La nostra rete sveglia il Bournemouth e soprattutto Wilshere che prova a mettersi in proprio con alcune cavalacate interessanti ma che portano pochi frutti anche grazie a Courtois ed Azpilicueta.
A fine primo tempo blues vicini al raddoppio con una bellissima punizione di Fabregas.
La ripresa inizia con il nostro raddoppio: Hazard in area semina il panico e viene atterrato.
L’arbitro ci concede il rigore che Eden segna per il 2-0.
La seconda rete porta necessariamente gli ospiti a scoprirsi di più: ne conseguono ampi spazi per i vari Hazard, Willian, Moses e Pedro che in più di un’occasione non riescono a concretizzare il tris.
Il Bournemouth si rivede al 73’ con Afobe che servito da Wilshere in area prova la conclusione ma Courtois è attento e respinge.
Da qui alla fine ulteriore monologo blues con il tris che arriva al 90esimo, ancora con Pedro dopo una bella cavalcata solitaria.

LE PAROLE DI ANTONIO – A fine match Antonio Conte era contento della prova dei ragazzi che hanno sconfitto un avversario ostico e ben preparato pur senza defezioni importanti.
Si è trattato sicuramente di un messaggio chiaro lanciato agli avversari: questo Chelsea vince anche senza due uomini importanti come Costa e Kantè
La striscia di vittorie consecutive si allunga ora a 12, un risultato davvero eccellente, e pienamente meritato dai ragazzi.
In assenza di Diego Costa, Pedro, Hazard e Willy hanno offerto ottime prestazioni, mentre per quel che riguarda Batshuayi serve pazienza: il suo tempo verrà e nel frattempo lui resterà al Chelsea per migliorare.
Il nostro manager è poi tornato su Hazard dicendo che non è sorpreso dal talento del nostro folletto belga, quanto semmai felice per come Eden stia usando il suo talento per la squadra.
Il 31 dicembre a Stamford Bridge arriverà lo Stoke City: sarà un match tosto ma i ragazzi sono determinati a prolungare questa fantastica striscia vincente.

LA VITTORIA CONTRO LO STOKE CITY – Uno Stoke City è venuto a Stamford Bridge con l’idea di non esser la classica vittima sacrificale ed in effetti nei primi minuti i potters dimostrano buone doti di fraseggio.
I blues studiano l’avversario e creano il primo pericolo con Kantè che da fuori area con un destro sbilenco va comunque vicino al goal sibilando il palo.
Poco dopo, al minuto 18, Diego Costa stoppa la palla di petto in area e calcia di destro ma Grant riesce in maniera fortunosa a parare.
Al minuto 32 lancio lungo di David Luiz per Diego Costa che in area stoppa la palla in maniera sublime, prova ad aggirare il portiere e servire Hazard il cui tiro viene deviato in corner: da quel corner Cahill svetta ed insacca per il nostro 1-0.
I blues conducono il match fino all’intervallo sul punteggio di 1-0.
Lo Stoke pareggia ad inizi ripresa: punizione di Adam, in area Crouch fa la torre per Martins Indi che trova una fortunosa e vincente deviazione in rete.
Il pari dello Stoke City è presto servito.
I blues provano a reagire ed al 57’ trovano il nuovo vantaggio: cross basso dalla destra di Moses, Hazard stoppa la palla al centro dell’area e la serve a Willian che di sinistro al volo segna il goal del 2-1.
Lo Stoke, anche grazie all’innesto di Bojan, non si arrende e pareggia poco dopo: proprio Bojan ai limiti dell’area serve Diouf il cui cross basso viene finalizzato da Crouch di piattone per il 2-2.
Neanche il tempo di rammaricarsi che su ripartenza Fabregas ai limiti dell’area serve Willian che di destro ci riporta avanti 3-2.
Secondo goal per Willy e centesimo assist in premier League per Cesc.
A 5 minuti dal termine segnamo il quarto goal con Diego Costa che in area, da vero centravanti d’annata, si libera della marcatura di Martins Indi e sotto porta da posizione angolata segna con un sinistro ad incrociare sotto la Shed End.
Finisce così 4-2 per noi!
In 19 giornate il Chelsea ha totalizzato 49 punti, uno in meno di quanti conquistati nell’intero campionato passato.

LE PAROLE DI ANTONIO – A fine match Antonio Conte si è dimostrato soddisfatto della prova dei ragazzi che sono riusciti a venire a capo di un avversario molto tosto, l’ennesimo, che testimonia della grande difficoltà di questo campionato.
La squadra ha saputo adattarsi bene al gioco dello Stoke City fatto di lanci lunghi mantenendo sempre un ottimo equilibrio.
Ora giusto festeggiare la tredicesima vittoria consecutiva ma con l’anno nuovo la testa deve esser rivolta alla grande sfida contro il Tottenham il 4 gennaio.
Il nostro manager ha elogiato l’atteggiamento dei ragazzi che hanno ancora fame di vittoria.
Sui due goal subiti viene sottolineato come in occasione della prima rete ci fosse un fuorigioco non chiamato, mentre la squadra è stata brava a rispondere immediatamente dopo la seconda rete subita.
Elogio speciale per Willian che ha giocato una grande partita e che sta ritornando ai suoi consueti livelli di eccellenza dopo un duro periodo personale.
Chiusura con gli auguri di buon anno a tutti.

TRA TOTTENHAM ED FA CUP – I prossimi impegni ufficiali dei blues saranno mercoledì 4 gennaio 2017 contro il Tottenham alle 21:00, ore italiane e domenica 8 gennaio alle 16:00 contro il Peterborough in FA CUP.
Se gli Spurs desiderassero togliere agli odiati cugini del nord di Londra il record di vittorie consecutive in Premier League sanno già come dovranno comportarsi.
La sfida sarà emozionante e vibrante con i bianchi del nord di Londra reduci dalla goleada contro il Watford di Mazzarri e noi lanciatissimi in vetta.

E’ tutto per ora, alla prossima!

Come on blues!

Edoardo Orlandi
@Chels_Italy

Edoardo83

Laureato in giurisprudenza, ama l'antichità classica greco-romana, il basket NBA e la Premier League. Tifa per l'Inter ed il Chelsea

Latest posts by Edoardo83 (see all)