CITIZENS CORNER – Ancora in difficoltà

Cari amici Citizens, continua il periodo delicato del nostro City, che pareggia per 2-2 a Londra contro il Queens Park Rangers e allontanandosi ulteriormente da Chelsea e Southampton, distanti rispettivamente 8 e 4 punti. La situazione comincia a farsi complicata, ma il tempo per recuperare c’è.

IL MATCH- Dopo la clamorosa e meritata sconfitta europea col CSKA, Pellegrini sceglie Agüero come unica punta, con Nasri, Yaya Touré e Jesús Navas a supporto. In difesa, il capitano Kompany è sostituito da Demichelis a causa di un infortunio. Presentando un’orrenda maglia viola, il City prova ad essere subito pericoloso con Nasri e Agüero, ma il QPR va in rete con Austin; per fortuna l’attaccante inglese era in posizione di fuorigioco. Sulla susseguente punizione, Hart scivola e tocca due volte il pallone consegnandolo ad Austin che va di nuovo in rete, ma anche questa volta l’arbitro annulla giustamente nonostante l’ex-Burnley stesse esultando convinto della regolarità del suo gol. Dopo questi 2 minuti comici, subiamo il ritorno dei londinesi e il gol lo subiamo davvero al 19′: Isla trova Austin che elude il fuorigioco dei nostri difensori e fulmina Hart. Il gol scuote la squadra e su un rilancio di Mangala il Kun Agüero si esibisce in un numero di alta scuola, controllando al volo il pallone in mezzo a due avversari e a spedirlo in rete per il pareggio. Che prodezza!

ALL’INFERNO E RITORNO- Il primo tempo finisce con un doppio miracolo di Hart sul solito Austin: nella ripresa partiamo a testa bassa per trovare la rete del vantaggio ma Yaya Touré non arriva per centimetri sul cross di Nasri. Entra anche Džeko, ma dopo 5 minuti rimedia un infortunio al polpaccio e deve dare il cambio a Lampard. Il QPR cresce, trascinati da Barton, e un traversone di Austin trova la testa di Zamora che batte Hart favorito dalla deviazione decisiva di Demichelis. Si sente odore di beffa, quando Dunne e Caulker salvano sulla linea su Agüero e Milner, ma il Kun trova il definitivo pari sfruttando un errore della difesa degli Hoops.

ANALISI- Pareggio tutto sommato giusto; un ottimo QPR ci ha messo in seria difficoltà, soprattutto con i suoi attaccanti Zamora e Austin, un incubo per la nostra imperfetta difesa. L’altra faccia della medaglia è Agüero: capocannoniere della Premier con 12 gol, se continua con questa media le speranze di rimonta ci sono tutte. Ottima anche la partita di Hart: tralasciando l’errore sulla punizione, le sue parate ci hanno permesso di rimanere a galla. Mai come questa volta è benedetta la pausa internazionale: ultimamente il City sta facendo molta fatica, quindi è un bene “staccare” per due settimane, consentendo anche il ritorno di alcuni infortunati, per poi ripartire sperando di rivedere il City dello scorso anno. Si tornerà in azione il 22 all’Etihad con lo Swansea. C’mon City!

Alessio Angelucci, Italian Blue Moon