CITIZENS CORNER – La partenza perfetta!

Amici Citizens, la stagione di Premier League è iniziata nel migliore dei modi per il Manchester City, che a The Hawthorns sconfigge 3-0 il West Bromwich Albion al termine di una prova molto convincente, con la squadra che girava a meraviglia giocando un calcio veramente eccezionale. Una partenza da sogno che fa ben sperare per il futuro prossimo.

IL MATCH- Fresco di rinnovo fino al 2017, Pellegrini lancia Sterling dal primo minuto con Wilfried Bony mentre Agüero recupera ma solo per la panchina, insieme ai giovani Denayer e Iheanacho, ora aggregati alla prima squadra. Il City piazza subito le tende nella metà campo dei Baggies, dominando col possesso palla, e passa in vantaggio dopo 8 minuti grazie a Yaya Tourè, il cui tiro viene sporcato da decine di gambe beffando Myhill. Il WBA fatica a reagire e il raddoppio è scontato: Bony fa da sponda a Yaya Touré che dal limite scarica un destro che finisce sotto l’incrocio: 0-2 e partita già in ghiaccio. Tiriamo un po’ il fiato e il WBA potrebbe dimezzare lo svantaggio con Berahino ma il giovane attaccante è in fuorigioco e dunque il gol viene annullato. Prima del riposo potrebbe esserci anche il 3-0 con Sterling ma il neoacquisto calcia senza convinzione e Myhill para senza problemi.

IL MOMENTO DEL CAPITANO- Nella ripresa gli uomini di Pulis cambiano atteggiamento e aggrediscono i Citizens, alla ricerca del miracolo: Berahino e Lambert creano qualche grattacapo al duo di dfesa, ma al 59′ ci pensa il Capitano, Vincent Kompany, a chiudere il match con una zuccata imperiosa su angolo di David Silva. Interessante notare come i due marcatori siano due dei giocatori più criticati e contestati della stagione passata: la voglia di rivalsa è enorme. Il resto del match passa amministrando il vantaggio e respingendo gli ultimi attacchi dei Baggies, con Hart che si dimostra in ottima forma. Entra anche Agüero, per mettere minuti nelle gambe. Finisce 3-0, ottima partenza.

ANALISI- Ammetto di essere stato un pochino in ansia per questo debutto; molti giocatori non erano al topo della condizione, già alcuni titolari, il WBA allenato da Pulis che quando vede il City vede rosso come i tori. Invece la prestazione è stata super, ho rivisto il City scintillante del 13/14. Sugli scudi David Silva, il maghetto spagnolo ispiratore di tutte le azioni offensive, e Yaya Touré, dominatore del centrocampo. Bene anche Sterling, anche se sotto porta deve imparare ad essere più freddo: non vorrei rimpiangere occasioni come queste in futuro… Mentre i due centrali, Kompany e Mangala, sembrano rigenerati: errori limitati al minimo, ostentavano grandissima sicurezza. Insomma, grandissima partenza che fa ben sperare per il futuro. E mentre dal mercato sembrano arrivare buone notizie (De Bruyne è vicinissimo) domenica prossima all’Etihad Stadium arriverà il Chelsea per il primo big-match della stagione: attesi 55,000 spettatori per la più grande affluenza da vent’anni a questa parte. Si comincia già a divertirsi. C’mon City!!!

Alessio Angelucci, Italian Blue Moon