CURIOSITA’ – FA Cup 1923, la finale del “cavallo bianco”

Correva l’anno 1923, ed il fascino della Coppa Nazionale era irresistibile, ora come oggi

Nel Maggio del 1923 lo stadio di Wembley era da poco stato inaugurato, con i lavori che terminarono in grande anticipo rispetto alla previsione ufficiale, che indicava l’inizio del 1925.
Un anno e mezzo prima del dovuto, quindi, ed il pubblico delle grandi occasioni non tardò a manifestare tutto il proprio entusiasmo per quell’impianto che, nel corso della storia, sarebbe diventato un santuario laico meta di pellegrinaggio spirituale da tutti gli angoli del mondo.
La prima partita in programma nel maestoso Wembley delle Due Torri fu ovviamente, come nella più classica delle tradizioni calcistiche inglesi, la finale di FA Cup.

Ad attirare ulteriormente la folla pesò e non poco il fatto che una delle due contendenti fosse una squadra di Londra dal grande seguito popolare, il West Ham. Gli hammers in quell’occasione dovettero vedersela contro il Bolton, giunto di gran carriera in finale dopo aver disputato un’ottima manifestazione.
L’afflusso di pubblico fu talmente elevato che, man mano che lo stadio si riempiva, la folla dall’esterno continuava a premere per entrare: poco prima del calcio d’inizio si arrivò quindi a toccare il demenziale numero di 230 mila unità!
Totalmente impreparate e sprovviste di mezzi concreti per gestire una tale situazione, gli organizzatori e le forze armate decisero di far defluire il pubblico sul terreno di gioco, con l’ormai celebre immagine di un poliziotto sul cavallo bianco che tenta di ripristinare un minimo di ordine logico tra la folla oceanica.
Per la cronaca, la partita poi si svolse regolarmente e fu grande spettacolo: 2-0 per il Bolton e coppa ad Horwich.

Gabriele Fumi

Gabriele Fumi

Gabriele Fumi

Il mio unico credo è il football, tutto il resto è in discussione
Gabriele Fumi