NEWS – Diritti tv: le 6 big all’attacco sulla distribuzione dell’estero

Le sei grandi squadre della Premier League sono pronte ad andare all’attacco per rivedere le regole di distribuzione dei diritti tv per l’estero.

Il modello di distribuzione dei diritti tv della Premier League è rinomato da tutti per equilibrio e possbilità di premiare chiunque, ma non alle sei grandi club che sono pronti ad andare all’attacco per ridisegnare le regole attualmente previste per la distribuzione, in particolare per quanto riguarda i diritti esteri.
Stiamo parlando di Manchester City, Manchester United, Tottenham, Arsenal, Chelsea e Liverpool.

Attualmente la cifra ruota attorno ai 3 miliardi di sterline raccolti nel triennio sugli 8,3 totali. I club si dividono questa importante fetta esattamente in parti uguali: sostanzialmente vanno 50 milioni di sterline a ciascun club a stagione.
L’obiezione dei club sopracitati, però, si sta facendo sempre più forte nell’ultimo periodo e da tempo stanno spingendo per poter avere una fetta più ampia sostenendo che sono i loro marchi leader a dare alla Premier il suo profilo internazionale.

Ovviamente però, trovandosi in minoranza, questi club non riescono mai a cambiare le regole proposte all’interno della riunione dei club all’interno della quale ogni tre mesi, la Premier League riunisce tutti per discutere del suo futuro, di strategie e prospettive oltre che per fare il punto sul lavoro fatto.