EDITORIALE – 11° Giornata Premier League: Testa ai Reds, Mr Ibrahimovic n° 25000 & 400

Editoriale 11° Giornata Premier League ibrahimovic 25000 400Cari amici di Passione Premier League, siamo giunti alla giornata numero 11 del campionato più bello del mondo, un campionato al momento ancora molto equilibrato e sempre più emozionante. Ma voi vi siete persi qualcosa di questa giornata? Non preoccupatevi, potete recuperare tutto grazie al nostro editoriale.

UN SABATO RICCO DI GOL – La giornata numero 11 della Premier League non ha visto scendere squadre in campo per il consueto “lunch match” ma bensì è partito direttamente alle ore 16.00 italiane. Al Dean Court il Bournemouth di Eddie Howe ha ospitato il “fanalino di coda” Sunderland di David Moyes. Un match dai due volti che ha visto prima le Cherries andare in vantaggio e poi i Black Cats pareggiare e ribaltare il tutto, conquistando la prima vittoria stagionale.

Al Turf Moor è stata una partita veramente emozionante quella tra i padroni di casa del Burnley e gli ospiti del Crystal Palace. I Clarets si portano a casa i 3 punti grazie ad uno strepitoso 3 a 2, un risultato che apre ufficialmente la crisi Eagles, giunti alla 4° sconfitta consecutiva.

Continua il momento no del Manchester City all’Etihad Stadium, la squadra di Guardiola infatti non raccoglie i 3 punti in casa (parliamo soltanto della Premier League) dal lontano 17 settembre, collezionando da allora 3 pareggi consecutivi. A raccogliere il punto quest’oggi in casa Citizens è stato il Middlesbrough di Aitor Karanka, che grazie alla prima rete inglese di De Roon (nei minuti di recupero) porta a casa un risultato quasi insperato.

Chi ancora non riesce a convincere i propri tifosi è il West Ham di Slaven Bilic che all’Olympic Stadium impatta per 1 a 1 con un roccioso Stoke City. Gli Hammers continuano così a stazionare nelle zone basse della classifica, i Potters invece continuano il loro cammino verso la rinascita.

Allo Stamford Bridge il Chelsea di Antonio Conte serve la “manita” all’Everton di Ronald Koeman. I Blues vincono e convincono  e grazie a questo 5 a 0 confermano il loro momento di forma e si candidano seriamente alla corsa per il titolo. Per le Toffees una sonora battuta di arresto, che non toglie comunque quanto di buono fatto finora dal neo tecnico.

DOMENICA ROSSA  – La domenica di Premier League si è aperta con il North London Derby disputatosi all’Emirates Stadium tra l’Arsenal di Arsene Wenger ed il Tottenham di Mauricio Pochettino. Un derby molto sentito, un derby giocato nelle zone alte della classifica, ma che alla fine dei giochi non ha visto ne vincitori ne vinti in quanto si è concluso con il risultato di 1 a 1.

Colpo “grosso” dell’Hull City di Mike Pheelan, che tra le mura del KC Stadium batte in rimonta per 2 a 1 il Southamtpon di Claude Puel e si aggiudica tre punti veramente importanti per non perdere il treno della salvezza. Per i Saints una battuta d’arresto un po’ inaspettata ma che riporta la squadra con i piedi per terra dopo la grande vittoria ottenuta in Europa League contro l’Inter.

Ad Anfield Road continua il sognare il Liverpool di Jurgen Kloop, che batte per 6 a 1 il Watford di Walter Mazzarri (che non subiva reti da 3 partite) e si lancia in solitaria in cima alla classifica della Premier League. Continuano quindi a sognare in grande i tifosi Reds, piccolo passo indietro invece per gli Hornets, mai entrati in partita.

Non vinceva dal 24 settembre ed è tornato a farlo in terra gallese, stiamo parlando del Manchester United di José Mourinho che dopo tante battute d’arresto torna a conquistare i 3 punti ai danni di un mai domo Swansea. Da segnalare che Zlatan Ibrahimovic ha messo a segno la rete n° 25000 realizzata in Premier League, la 400° personale in carriera.

L’ultimo match della giornata è andato invece in scena al KP Stadium, dove i campioni in carica del Leicester di Claudio Ranieri hanno ricevuto la visita del WBA di Tony Pulis. Un match che ha visto le Baggies vincere per 2 a 1, infliggendo la prima sconfitta casalinga alle Foxes e riportarle con i piedi per terra dopo l’exploit della Champions League; per entrambe le squadre ora è corsa alla salvezza.

CLASSIFICA
Liverpool 26, Chelsea 25, Manchester City, Arsenal 24, Tottenham 21, Manchester United, Everton 18, Watford 15, Burnley 14, Southampton, WBA, Stoke City 13, Bournemouth, Leicester 12, Middlesbrough, Crystal Palace,         West Ham 11, Hull City 10, Swansea, Sunderland 5.

find me

Cinus Antonio

Nato a Cagliari il 21/02/1992, laureando in Economia e Gestione Aziendale nella facoltà di Cagliari. Il mondo del calcio è la mia vita, pratico questo sport sin da quando avevo 5 anni. Bomber ? Ovviamente, dentro ma soprattutto fuori dal campo.
find me