EDITORIALE – 19° Giornata Premier League: Goodbye 2016, Welcome 2017

editoriale 19 giornata premier league goodbye 2016 welcome 2017Cari amici di Passione Premier League, siamo giunti alla giornata numero 19 del campionato più bello del mondo, giornata ovviamente caratterizzata per esser stata giocata a cavallo tra il 2016 ed il 2017 . Ma voi vi siete persi qualcosa di questa giornata? Non preoccupatevi, potete recuperare tutto grazie al nostro editoriale.

L’ULTIMO ANTIPASTO – La 19° giornata di Premier League si è aperta di venerdì con il match del KC Stadium, dove l’Hull City di Mike Pheelan ha ospitato l’Everton di Ronald Koeman. Una partita ricca di colpi di scena, terminata con il punteggio di 2 a 2, un risultato che ovviamente fa più comodo agli ospiti.

FINALE DA BIG – Tanta carne al fuoco per l’ultimo dell’anno ! All’Old Trafford il Manchester United di José Mourinho soffre ma vince nei minuti finali del match contro il Middlesbrough di Aitor Karanka. I Red Devils riescono a rimontare grazie a due reti tra l’85° e l’86° minuto, conquistando altri 3 punti e confermando il loro momento positivo.

Al Liberty Stadium crolla nuovamente lo Swansea (privo di allenatore) del vice in seconda Curtis. Il Bournemouth di Eddie Howe torna infatti in Inghilterra con i 3 punti, ottenuti con un secco 3 a 0. Una vittoria importante per l’obiettivo salvezza delle Cherries, una sconfitta che evidenza il momento no degli Swans.

Antonio Conte ed il suo Chelsea hanno fatto 13 ! I Blues vincono allo Stamford Bridge per 4 a 2 contro lo Stoke City di Hughes ed eguagliano il record dell’Arsenal di Thierry Henry, andando a vincere la 13° partita consecutiva in Premier League. La squadra londinese continua così a guardare tutti dall’alto verso il basso, per i Potters invece un’altra partita senza i 3 punti.

Il Burnley di Sean Dyce stravince lo scontro salvezza contro il Sunderland di David Moyes disputatosi al Turf Moor. I Clarets battono infatti i Black Cats con un sonoro 4 a 1 portandosi a +9 dalla zona retrocessione.

Non poteva finire nel migliore dei modi l’anno “top” del Leicester di Claudio Ranieri, al KP Stadium i campioni in carica d’Inghilterra battono per 1 rete a 0 il West Ham di Slaven Bilic, conquistando così 3 punti preziosi per l’obiettivo stagionale, ovvero quello della salvezza.

Crolla in casa il Southampton di Claude Puel, sconfitto per 2 a 1 dal WBA di Tony Pulis. Con questa vittoria le Baggies superano in classifica proprio i Saints, confermandosi a sorpresa in piena zona Europa.

L’ultimo match di questo 2016 non poteva non essere un big match ! Ad Anfield Road il Liverpool di Jurgen Kloop ha ricevuto la visita del Manchester City di Pep Guardiola. Una partita risolta con una rete di Geroginio Wijnaldum nei primi minuti del match, una rete che ha concesso ai Reds di confermarsi come la prima inseguitrice del Chelsea e di mandare i Citizens a -10 dalla vetta.

INIZIO DA  RE SCORPIONE – Il 2017 della Premier League è iniziato al Vicarage Road, dove il Tottenham di Mauricio Pochettino ha fatto da corsaro ed ha sconfitto a domicilio il Watford di Walter Mazzarri con un sonoro 4 a 1. Gli Spurs con questa vittoria superano in classifica il Manchester City e si porta in zona Champions League.

All’Emirates Stadium probabilmente si è già vista una delle reti che si candiderà per la categoria “Miglior rete del 2017”, perché nel 2 a 0 rifilato dall’Arsenal di Wenger al Crystal Palace del neo tecnico Allardyce spicca senza ombra di dubbio l’eurogol di Olivier Giroud, che batte il portiere avversario con il gesto dello scorpione. Una vittoria che porta i Gunners al 3° posto in classifica, una sconfitta che conferma il fatto che Allardyce dovrà lavorare parecchio sul gioco delle Eagles.

CLASSIFICA:
Chelsea 49, Liverpool 43, Arsenal 40, Tottenham, Manchester City 39, Manchester United 36, Everton 27, WBA 26, Southampton, Bournemouth 24, Bunrley 23, West Ham, Watford 22, Stoke City 21, Leicester 20, Middlesbrough 18, Crystal Palace 16, Sunderland 14, Hull City 13, Swansea 12.

find me

Cinus Antonio

Nato a Cagliari il 21/02/1992, laureando in Economia e Gestione Aziendale nella facoltà di Cagliari. Il mondo del calcio è la mia vita, pratico questo sport sin da quando avevo 5 anni. Bomber ? Ovviamente, dentro ma soprattutto fuori dal campo.
find me