EVERTON – Jordan Pickford parla della sua esperienza nella Non – League

Jordan Pickford è stato, quest’estate, uno dei primi acquisti dell’Everton. Ha fatto scalpore la cifra di 30 milioni che i Toffies hanno accettato di spendere per acquistarlo dal Sunderland dopo la retrocessione. Il portiere, però, ha già messo in luce le sue potenzialità e a Goodison Park, tutti sono molto contenti di averlo in squadra. Quello che non tutti sanno, però, è che Pickford ha avuto due anni di esperienza nella Non – League.

Infatti, il portiere ormai nel giro della nazionale inglese, ha mosso i suoi primi passi a soli 17 anni , tra le fila prima del Darlington e poi dell’Alfreton Town. Le due squadre, ai tempi, militavano nella Blue Square Premier League e sono state le prime compagini a dare fiducia al ragazzo in prestito dal Sunderland con cui ha fatto tutte le giovanili.

Ricordando quelle esperienze, approfittando del Non – League Day, ha detto: “Ho imparato alcune cose per me ora molto importanti. E’stato il mio primo impatto con il calcio dei grandi. A quell’età vuoi solo metterti alla prova e imparare. Per un giovane portiere si iniziano a sentire i primi gomiti in faccia e si sente l’adrenalina dei primi salvataggi. Ti aiuta a prendere fiducia“. Pickford ha poi aggiunto: “In quelle categorie vai a giocare in piccoli stadi, dove riesci distintamente a sentire le voci dagli spalti. Una volta, nella mia esperienza col Darlington, eravamo a Southport e la gente dietro la mia porta inizio ad insultare mio nonno. Io mi sono fatto una risata e ho continuato a giocare la mia partita. Queste cose non hanno effetto su di me“.