EVERTON – Arriva la sentenza per Rooney dopo l’arresto di inizio Settembre

Dopo l’arresto per guida in stato d’ebrezza del 1°Settembre, è arrivata ieri la sentenza per Wayne Rooney. L’attaccante inglese è dovuto infatti comparire davanti al giudice a Stockport, il quale ha deciso per: patente ritirata per 2 anni con 170 Sterline di multa e la condanna a prestare 100 ore di lavori socialmente utili nell’arco dei prossimi 12 mesi.

Rooney, dopo un’estate travagliata conclusa con il gradito ritorno nella sua Liverpool, sponda Everton, aveva cominciato la stagione alla grande. 2 gol nelle prime 2 uscite dei Toffees avevano garantito ai suoi 4 punti. Poco prima delle convocazioni nazionali, aveva annunciato il suo ritiro dai Tre Leoni. Nella prima notte per la sosta, però, l’aveva davvero combinata grossa.

Partita come una serata con i suoi nuovi compagni di squadra, Rooney è stato poi trovato dalla polizia locale, nei pressi della sua abitazione in compagnia di una ragazza. Il suo tasso alcolemico superava di tre volte il limite consentito. Arresto immediato e grave danno di facciata, sia per lui che per il proprio club. “Chiedo pubblicamente scusa per questa mia imperdonabile mancanza di giudizio. Chiedo scusa al club, all’allenatore, ai tifosi e alla città. Accetto la sentenza e onorerò la condanna che mi è stata giustamente inflitta“. Queste le parole del giocatore una volta emessa la sentenza.