Everton-West Ham 2-1: gli uomini di Martinez fanno valere il fattore campo

Everton-West Ham 2-1: i Toffees sconfiggono gli Hammers in un match equilibratissimo.

Marcatori : Lukaku 26′, Zarate 56′, Osman 74′

Formazioni iniziali :

PRIMO TEMPO – Al Goodison Park i primi dieci minuti di gioco scivolano via senza far registrare grandissime azioni da parte delle due squadre, la prima occasione ospite arriva al 12° minuto con Andy Carroll che di testa non impensierisce Tim Howard, due minuti dopo sarà Lukaku ad impensierire Adrian. Al 19° di gioco Naismith ha sui piedi un’ottima occasione, il giocatore dell’Everton tira però alto sopra la traversa, sciupando cosi l’opportunità di portare in vantaggio i padroni di casa; siamo giunti al 24° minuto di gioco quando Adrian compie una bellissima parata e nega la gioia del goal a Steven Naismith, sugli spalti del Goodison Park i tifosi di casa erano già pronti ad esultare. Al 26° minuto i padroni di casa passano in vantaggio grazie a Romelu Lukaku, l’attaccante belga si ritrova sulla traiettoria del pallone e con facilità mette dentro la palla dell’1 a 0. Grande festa sugli spalti.

Al 32° il West Ham va vicino alla rete del pareggio per ben due volte, prima con un colpo di testa di Andrew Carroll, parato da Howard, e successivamente con un bel tiro da fuori di Amalfitano. Passano solo tre minuti e Carroll sciupa malamente un’ottima chance, il suo tiro finisce sopra la traversa. I padroni di casa vogliono però trovare la rete del raddoppio per non “inciampare” sul pareggio degli ospiti, la rete arriva al minuto 38° ma viene annullata per un giusto fuorigioco di Lukaku, l’urlo del Goodison Park si spezza in gola. Tre minuti dopo l’arbitro Mark Clattemburg decide di ammonire Reid per gli ospiti e James McCarthy per i padroni di casa; dopo due minuti di recupero termina la prima frazione di gioco, i Toffees conducono 1 a 0 sugli Hammers.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia ritmi abbastanza bassi, al 52° minuto il tecnico degli Hammers, Sam Allardyce, decide di effettuare una doppia sostituzione, fuori Cole e Jarvis e dentro Noble e Zarate; mai ci fu scelta più azzeccata, dopo soli 5 minuti Zarate con un bel tiro (complice una deviazione) scavalca Howard e trova la rete del pareggio.

Tra il 60° ed il 61° Mirallas e Tomkins finiscono sul taccuino di Mark Calttemburg; al 66° minuto Martinez inserisce Samuel Eto’o al posto di Kevin Mirallas. Tra il 69° ed il 72° Amalfitano e Jarvis vanno vicinissimi a portare in vantaggio il West Ham; se non sfrutti le opportunità prima o poi verrai “bastonato”, al 75° Samuel Eto’o serve Leon Osman che non si fa pregare e firma la rete del 2 a 1, il pubblico di casa è una bolgia in festa.

Girandola di cambi, per i padroni di casa fuori Barkley e dentro Besic mentre per gli ospiti Vaz Te rimpiazza un esausto Amalfitano; all’89° Naismith subisce un fallo, il giocatore dell’Everton non riuscirà a proseguire il match, al suo posto dentro Atsu. Durante i 5 minuti di recupero segnaliamo solo un’occasione sprecata al 93° da Samuel Eto’o; il match si conclude cosi 2 a 1 per l’Everton di Martinez.

OSSERVAZIONI – Il match del Goodison Park è stato abbastanza equilibrato, i due allenatori hanno indovinato i rispettivi cambi ma alla fine la dura legge “goal sbagliato, goal subito” ha premiato i padroni di casa. Il pubblico di casa anche quest’oggi ha fatto da 12° uomo in campo ed ha “aiutato spiritualmente” i propri giocatori alla vittoria finale.

find me

Cinus Antonio

Nato a Cagliari il 21/02/1992, laureando in Economia e Gestione Aziendale nella facoltà di Cagliari. Il mondo del calcio è la mia vita, pratico questo sport sin da quando avevo 5 anni. Bomber ? Ovviamente, dentro ma soprattutto fuori dal campo.
find me