FOCUS – The ancient Everton toffee house

Senza dubbio uno dei club più affascinanti di tutto il Regno Unito, da sempre si trova in competizione con i rivali cittadini del Liverpool FC, ma sono moltissime le famiglie composte da sostenitori di entrambe le fazioni e questa mescolanza quotidiana ha reso possibile il vivere il derby in maniera benevola

Il club nasce nel 1878, prima del Liverpool FC che nascerà quattordici anni più tardi da una scissione interna. L’Everton è quindi di fatto il club di football più antico della città, nato grazie ai rappresentanti di una parrocchia metodista che riuscirono a formare la squadra di calcio di una scuola; la stessa iniziò le prime esibizioni ludiche niente meno che all’interno del verde di Stanley Park, lo storico polmone della città che oggigiorno divide Goodison Park da Anfield. I primi avversari furono ovviamente piccole rappresentative amatoriali e semiprofessionistiche del Mersey, ma l’organizzazione del club calcistico della scuola era talmente tanto meticolosa che, nel giro di poco tempo, iniziarono ad arrivare calciatori anche da altre città al di fuori di Liverpool.
Per fornire quindi un respiro maggiormente nazionale e per superare la concezione da squadra puramente parrocchiale, il team cambiò nome da St.Domingo’s ad Everton Football Club. Tale nome fu scelto nel 1880 in quanto la riunione tra i vertici organizzatori della squadra si svolse proprio nell’hotel Queens Head situato in Everton Road; proprio di fronte a questa location sorgeva una torre che, guarda caso, è presente ancora oggi nello stemma sociale. Come se non bastasse, appena oltre la torre vi era la “ancient Everton toffee house”, forno-panetteria-pasticceria (da qui il soprannome “Toffees” della squadra e dei tifosi).

L‘esordio dell’Everton in quanto tale avvenne alla fine del 1879, con la squadra che sfoggiò per la prima volta i colori sociali bianco-blu, anche se inizialmente la divisa prevedeva strisce orizzontali. Tuttavia negli anni a venire accadde un fenomeno curioso e forse estremamente unico nel mondo del brit footy: ai calciatori dell’Everton venne infatti concessa la possibilità di poter indossare le maglie delle squadre in cui avevano militato in precedenza.
L’effetto cromatico che si creò, come è ben possibile immaginare, fu quindi assolutamente caotico e devastante per gli occhi di spettatori e calciatori.
Le casse della società di certo all’epoca non erano forzieri traboccanti d’oro, e quindi si decise di tingere tutte queste divise miste con il colore nero, onde evitare l’esborso di altre sterline per l’acquisto di nuovi completi da gioco.
Nel 1891 ecco arrivare il primo storico trionfo in Football League, preludio del periodo d’oro dei Toffees nei primi decenni del Novecento: ben tre vittorie in campionato ed una nella sentitissima FA Cup (1928, 1932, 1939, 1933).
Liverpool è la città calcisticamente più vincente d’Inghilterra con un totale di 27 campionati nazionali conquistati, e l’Everton detiene un record assolutamente unico in Inghilterra, vale a dire l’aver fatto parte dei dodici club fondatori della Football League ed è tutt’ora il club che ha disputato più campionati in massima categoria di tutta l’Inghilterra.

Gabriele Fumi

Gabriele Fumi

Gabriele Fumi

Il mio unico credo è il football, tutto il resto è in discussione
Gabriele Fumi