GOONERS CORNER – Piove sul bagnato

Novembre si conferma il mese nero nella storia recente dell’Arsenal Football Club.

Non arrivano i 3 punti, non arriva la tanto agognata prima posizione in classifica e, soprattutto, arriva l’ennesimo infortunio muscolare della stagione.

Piove sempre sul bagnato.

Dopo 40 minuti convincenti con tanto di vantaggio firmato da Mesut Özil, l’Arsenal, come accade da un paio di partite a questa parte, nel secondo tempo esce letteralmente dal campo,(rischiando addirittura la sconfitta,evitata solamente grazie agli ormai proverbiali miracoli di Petr Cech), complice la stanchezza, il gol del pareggio del Norwich e , soprattutto, la “pugnalata”morale subita per l’ennesimo infortunio incorso ad uno dei nostri.

Stavolta, a farne le spese, è Alexis Sanchez, costretto ad uscire per un risentimento muscolare dopo che, già nel primo tempo, Koscelny era stato costretto a lasciare il campo (per lui assolutamente nulla di grave)per una botta sotto la coscia.(A fine match,Wenger parlerà anche di un Cazorla uscito “malconcio“…)

Nulla da aggiungere, se non che, con una rosa del genere a disposizione, si potrebbe sognare per la vittoria della Premier, ma sapere che MAI (e sottolineo MAI) siamo riusciti nell’impresa di avere la squadra al completo per più di un paio di partite, fa demoralizzare tifosi e giocatori stessi. Wenger, in estate, ha rivoluzionato lo Staff medico, ma, a quanto pare, con scarsi risultati, peggiorando così se possibile la nostra situazione” fisica-muscolare”.

Attualmente ci troviamo con 2/3 del reparto offensivo fuori a tempo indeterminato(Welbeck sarebbe dovuto rientrare a giugno scorso: ve lo ricordate?)spesso anche per negligenza dell’allenatore stesso che, con la sua politica delle scarse rotazioni, influisce negativamente non solo sulle prestazioni dei giocatori, ma anche sulla loro tenuta muscolare.

In attesa di tempi migliori.