GOONERS CORNER – Vivere il Presente

Non era facile:

Siamo riusciti a farla sembrare tale.

Arsenal ed Aston Villa scendono in campo domenica al Villa Park, trovandosi in posizione diametricalmente opposta in classifica: i Gooners secondi a -2 dalla vetta, i Villans, ultimi, ad 8 punti di distanza dalla quota “salvezza”.                                                               La classifica a volte -come in questo caso,vista la rosa a disposizione di Remy Garde– è”ingiusta” ed il calcio spesso sa essere strano e beffardo. Guai a sottovalutare chiunque, anche l’ultima in classifica: potresti pentirtene amaramente soprattutto in Premier League. Wenger e i suoi ragazzi arrivavano all’impegno sulle ali dell’entusiasmo, causato dalla clamorosa impresa in quel di Atene.Come se, spinti ancora dall’adrenalina dell’incredibile notte di Mercoledì sera, gli 11 scesi in campo(gli stessi del Pireo) si mettono ad assediare l’area dei Villans già dai primi minuti,portandosi in vantaggio già al 6 minuto di gioco quando un’ispiratissimo Giroud spiazza Guzan. Dal Gol in poi è un completo assolo Arsenal: sempre in controllo del Match, mai o quasi in difficoltà.

Il raddoppio non tarda ad arrivare, pochi minuti prima della fine della prima frazione di gioco. Dopo una splendida ripartenza innescata da un ottimo Walcott, il solito Özil imbecca Ramsey completamente libero dentro l’area di rigore che, a pochi metri dalla porta, non può che marcare il 2-0. Il secondo tempo è un”allenamento agonistico”: pochissimi rischi e soprattutto un po’ di rotazione,si rivede Chambers nella posizione di mediano e Chamberlain e Gibbs sulle ali,facendo rifiatare Campbell e Theo

Lunedì,ci aspetta la partita più importante della stagione, contro un Manchester City a -1 dalla vetta martoriato, quanto noi, da infortuni e problemi tecnici(in dubbio sia Aguero che Kompany). Wenger ha descritto la situazione di Sanchez come in “divenire”-“con lui non si può mai sapere”. Due giorni fa è tornato in “full-time training”,non ci resta che sperare.

 

In serata arrivano un paio di note negative,rientro di Welbeck posticipato a Febbraio 2016 e soprattutto ennesimo sorteggio “sfortunato“in Champions League,questa volta per superare gli ottavi dovremmo avere la meglio dei detentori della Coppa :il Barcellona.

Meglio non pensarci e vivere il presente,a Lunedì.