HOOPS CORNER-Due centesimi per fare un euro

Salve amici Hoops!

Tutto fermo per via della sosta per le nazionali e noi approfittiamo di questa pausa per fare il punto della situazione in casa Celtic.
-1 dall’Aberdeen, 2 punti in Europa League, fuori dalla Champions per il secondo anno di fila.
Ma perchè tutto questo?

LA VITA SENZA I RANGERS-Diciamocelo, la parte sbagliata di Glasgow era fondamentale per la crescita del Celtic. La presenza di “quelli” spingeva tutto l’ambiente biancoverde a fare meglio, dal campo al mercato. Da un paio d’anni ormai gli Hoops corrono da soli e questo ha portato inevitabilmente ad un crollo delle motivazioni, perchè sai che se corri da solo puoi vincere anche camminando. Il problema è che quando gli altri iniziano a correre tu stai ancora camminando,  e correre è quello che sta facendo l’Aberdeen.

BRACCINO CORTO-Per il secondo anno di fila i Bhoys hanno “rinunciato” a 30 milioni d’introiti per non spenderne 10 prima. Erano chiare le carenze di questa rosa prima della sfida con il Malmoe, eppure la dirigenza non ha voluto mettere mano al portafoglio prima dell’accesso in Champions. Risultato? Ma che bella l’Europa League, DI NUOVO! Ovviamente i pochi investimenti sul mercato sono strettamente legati al discorso che facevamo prima, perchè spendere soldi quando sai di avere il campionato in tasca?

MY TWO CENTS-Ed arriviamo al punto fondamentale (tutti i punti sono inevitabilmente legati tra di loro): come andrebbero investiti i soldi che la dirigenza non ha investito?
Mentre tentavo di sbollire la rabbia per il pareggio con il Fenerbache, tra i vari account di sponda Celtic che seguo ho letto questo commento: “we’re two top players far to be a very very good side”.
Ed è  una cosa estremamente vera! Di base gli Hoops hanno rosa solidissima, ma per fare il salto di qualità ed essere competitivi in europa mancano due giocatori di livello.

1)AMBROSE-Perchè Ambrose? Ambrose perchè è il simbolo degli sbandamenti difensivi degli Hoops; era il titolare inamovibile assieme a Kelvin Wilson del Celtic che si qualificò agli ottavi di finale di Champions tre anni fa.  Ambrose ci costò anche la qualificazione, regalando praticamente 3 goal alla Juve.  Dal ritorno dalla vittoriosa campagna in Coppa d’Africa, Efe è l’ombra di se stesso, lontanissimo parente dal giocatore che fece scomparire Messi nella doppia sfida con il Barça. Abbiamo perso o pareggiato partite per totale assenza di sicurezza difensiva, in Europa League sono arrivati due pareggi dopo che eravamo stati in vantaggio. Con gli Hamilton stessa cosa, Boyata esce completamente a vuoto e prendiamo goal. Sarebbe arrivata anche l’ora di prenderlo un difensore serio, che dite?

2)A.A.A. CERCASI BOMBER-chiariamo subito una cosa: questa non è un’accusa a Griffiths, perchè sarei un folle a criticare il nostro capocannoniere. Ma, c’è sempre un ma, spesso al Celtic è mancata la zampata vincente. Gli Hoops creano una quantità inaudita di palle goal. Prendete la partita con l’Hearts, più di 20 tiri e meno della metà hanno centrato la porta. In partite bloccate difficilmente Griffiths è riuscito a fare la differenza e nel frattempo la società per sopperire al problema ,in estate, ha preso Ciftci.
Ciftci? Buon giocatore, sia chiaro, ma non ha mai superato i 15 goal in stagione.
“C’è sempre gennaio dai!”, e infatti stiamo puntando Wilson, giovane punta dello United.
Esattamente cosa dovremmo farcene di Wilson?
Scepovic, Pukki, Amido Baldè…soldi spesi per niente.
La netta sensazione è che con Ibrahimovic  questa squadra potrebbe giocarsi un posto per i quarti di Champions.

A proposito, Zlatan non aveva detto di voler finire la carriera con il Celtic?

find me

Yvan Damiani

Io? TheSpecialTwo. Per cosa vivo? L'Inter, il Celtic, Josè, il 24 in campo aperto e la chela mancina. #AMALA #COYBIG #CountOnKobe #VamosRafa #InMourinhoWeTrust
find me

Latest posts by Yvan Damiani (see all)