HULL-SOUTHAMPTON 0-1, Wanyama fa sognare i Saints

Hull-Southampton 0-1, Wanyama realizza il gol decisivo

Hull-Southampton 0-1, i Saints sbancano anche il KC Stadium

Marcatori: Wanyama (2′)

Formazioni iniziali:

Il Southampton secondo in classifica fa visita all’Hull City, reduce da due trasferte molto positive contro Arsenal e Liverpool. Lo straordinario stato di forma dei Saints induce Koeman a cambiare molto poco rispetto alla sfida di Capital One Cup contro lo Stoke. In attacco c’è l’ex di turno Shane Long (accolto dagli applausi del suo vecchio pubblico), con Mané che si accomoda in panchina. Il punto di riferimento offensivo è sempre Graziano Pellè, letteralmente scatenato in quest’avvio di stagione. Steve Bruce deve ancora fare a meno di Jelavic e affida a Ben Arfa il compito di supportare Abel Hernandez. Tra i pali c’è ancora Jakupovic, autore di una prova magnifica nell’ultima sfida di Anfield.

PRIMO TEMPO – Bastano appena 120 secondi ai Saints per portarsi in vantaggio e questa volta Jakupovic è tutto fuorché “eroe” per i Tigers. Un rinvio rasoterra sbagliato finisce sui piedi di Wanyama che, da circa 40 metri, fa partire un tiro perfetto di destro che scavalca l’estremo difensore svizzero e si insacca sotto la traversa. 1-0 e partita subito in discesa per la squadra di Koeman.
Dopo lo shock iniziale, l’Hull City prova a prendere in mano il gioco per cercare di riportarsi in parità; le incursioni offensive di Ben Arfa e Elmohamady non impensieriscono tuttavia la difesa degli ospiti, con Forster impegnato soltanto dall’ex fantasista del Newcastle al 12° minuto.
A metà tempo Long prova a deviare una sponda di Pellè in rete, ma il suo tentativo finisce a lato di poco. Ancora Long dopo la mezz’ora costringe Jakupovic a un bell’intervento in uscita. Dopo un minuto di recupero si chiude la prima frazione; Southampton avanti 1-0 per effetto della prodezza di Wanyama.

SECONDO TEMPO – Nessun cambio all’intervallo e si riparte con un episodio dubbio in area del Southampton; Diamé viene fronteggiato da Wanyama in area di rigore, ma Atkinson non vede irregolarità e lascia correre. Jakupovic salva il risultato al 57°, intervenendo in maniera decisiva su Davis, deviando in corner la conclusione del centrocampista dei Saints.
All’ora di gioco primo cambio del match. Esce Shane Long ed entra Sadio Mané. Pochi minuti più tardi anche i padroni di casa effettuano il primo cambio del match, inserendo Sone Aluko al posto di McShane.
Enorme chance per il raddoppio ospite al 70°, ma Mané spedisce alto sopra la traversa un bellissimo assist di Dusan Tadic. Due minuti più tardi è Fonte a immolarsi sulla conclusione di Diamé e impedire il pareggio all’Hull City. Robertson e Quinn rilevano Ben Arfa e Brady per dare freschezza e nuovi spunti all’azione offensiva dei Tigers, mentre Koeman inserisce Cork al posto di Tadic per contenere gli assalti finali dei padroni di casa.
Ancora Mané pericolosissimo al minuto 84, ma Jakupovic è reattivo a sventare l’occasione. Poco dopo Quinn spedisce a lato di testa su traversone di Huddlestone. Graziano Pellè ha l’occasione per chiudere il match all’89°, ma la sua conclusione finisce sull’esterno della rete.
L’arbitro concede quattro minuti di recupero, ma l’Hull City non riesce a produrre più che un calcio d’angolo e il match si conclude con la vittoria del Southampton per 1-0, grazie alla rete in apertura firmata da Wanyama.

Continua senza sosta la cavalcata del Southampton di Koeman. 22 punti in classifica e secondo posto solitario grazie a una vittoria conquistata su un campo difficilissimo come quello dell’Hull City. Sembrano lontani secoli i giorni di contestazioni dopo le cessioni del mercato estivo; a Southampton si vive un sogno che lentamente si sta trasformando in realtà.