All

INGHILTERRA – Steven Gerrard annuncia il ritiro

Il capitano dell’Inghilterra Steven Gerrard annuncia il ritiro dalla nazionale sulla propria pagina Instagram.

Dopo 14 anni con la maglia della nazionale inglese, Steven Gerrard annuncia il ritiro. Una carriera, la sua, ricca di riconoscimenti e premi che difficilmente i tifosi dei Three Lions dimenticheranno

 

  LA SUA CARRIERA IN NUMERI 34 – anni del ritiro; 2000 – anno del debutto con la nazionale inglese, in quella vittora per 2 a 0 sull’Ucraina a Wembley; 114  – le presenze in nazionale 21 – goal 6 – le competizioni internazionali alle quali ha partecipato 38 – le volte nelle quali ha indossato la fascia da capitano della nazionale inglese 2- i premi vinti come Miglior giocatore dell’Inghilterra, nel 2007 e nel 2012.

Fu Kevin Keegan a convocarlo per gli Europei del 2000, che sarebbero diventati i primi di 3 Europei ai quali ha preso parte: 2004 in Portogallo e 2012 in Ucraina e Polonia Nel 2002 non partecipò ai Mondiali di Corea e Giappone per un infortunio ma ebbe modo di riscattarsi, partecipando a quelli del 2006 in Germania e capitanando la nazionale per ben due mondiali: in Sud Africa nel 2010 e in Brasile nel 2014.

PAROLA A GERRARD –  Nonostante il ritiro annunciato, Stevie G spera comunque di continuare a far parte della nazionale e della Football Association, essendone già ambasciatore.

“Ho amato ogni singolo minuto trascorso con la maglia della nazionale. E’ un giorno triste per me perchè so che non indosserò più quella maglia. Non vedo l’ora però di continuare a far parte di questa nazionale, aiutando la FA nel miglior modo possibile. Prima di tutto vorrei ringraziare la mia famiglia e i miei amici per tutto il supporto che mi hanno dato durante la mia carriera internazionale. Vorrei ringraziare anche tutte le persone che mi hanno accompagnato in questo cammino, da tutti i manager della nazionale fino ai giocatori, con i quali ho avuto il piacere di giocare. Un grazie particolare ai tifosi, che sono stati straordinari e non da meno sopratutto dopo i risultati deludenti in Brasile. Un grazie speciale a Roy (Hodgson), per avermi dato la possibilità di diventare capitano e per avermi reso l’uomo più orgoglioso di Inghilterra, coronando il sogno che avevo sin da bambino. E’ stato molto comprensivo nelle scorse settimane e gli sarò sempre grato. Questa decisione è stata molto difficile, ed è arrivata dopo l’esperienza in Brasile. Una volta tornato a casa ne ho discusso con la famiglia, con gli amici e con le persone a me care prima di fare questo passo. “

Roy Hodgson, dal canto suo, afferma: “Mi dispiace molto per la decisione presa da Steven ma non posso far altro che comprendere la situazione . Rispetto la sua decisione  dopo lunghe discussioni al riguardo. E’ una persona brillante e un giocatore fantastico. Non solo riesce ad avere il pubblico ai suoi piedi ma è stato un grande capitano e un modello da seguire per tutti. Ci mancheranno le sue doti da leader quando dovremmo giocare le qualificazioni per i prossimi Europei. Gli auguro ogni bene per il futuro, anche se so che lui continuerà a supportarci.”

 

Roberta Quarantiello

21 anni studentessa alla scuola di interpreti Carlo Bo, italiana sulla carta ma con l Inghilterra nel cuore!