ITALIANS IN UK – Forestieri segna mentre Ranieri riscrive la storia d’Inghilterra!

Con tre parole ITALIANS IN UK: la rubrica degli esponenti italiani nel calcio inglese e le loro prestazioni nel weekend britannico.

PREMIER LEAGUE

Ranieri (Lei): Forse non serve neanche dirlo, ma Vardy e Mahrez hanno steso il Chelsea di Mourinho 2 a 1. Una vittoria bellissima, meritata.. un po’ come quel primo posto in Premier League. Se le Foxes non volessero puntare al primo posto, possono guardarsi indietro e vedere che la prima posizione non premiata da una qualificazione in Europa si trova a 9 punti.

Filippo Costa (Bou): Anche le Cherries non scherzano, prima battono il Chelsea poi il Manchester United, questa Premier è sempre più pazza e di conseguenza bella. Peccato per il difensore classe ’95 che non ha potuto vivere queste gioie neppure in panchina.

Amelia (Che): Sempre in panchina favorendo il compagno di reparto Begovic, assiste ad un’altra disfatta dei Blues. Sconfitta per 2 a 1 contro il Leicester. Senza dubbio le Foxes sono la squadra più in forma del campionato, ma il Chelsea a solo un punto dalla zona retrocessione fa preoccupare e non poco.

Darmian (Mun): Terza partita consecutiva per i Red Devils senza vittoria, stavolta non era presente il terzino ex Torino, ma il Manchester City adesso è a tre punti e il primo posto si allontana.

Pellé (Sou): Subentra al 67’ nel match contro il Crystal Palace, altra squadra in formissima, infatti passa in vantaggio nel primo tempo e non si fa più riacciuffare. Eagles 1 Saints 0 e Pellè manca di nuovo l’appuntamento al gol.

Mannone e Borini (Sun): Il primo lascia il posto fra i pali a Pantilimon, il secondo gioca 57 minuti, ma non lascia il segno contro un Watford compatto che vince 1 a 0.

Diamanti (Wat): Punti importanti per la salvezza contro il Sunderland battuto 1 a 0 a domicilio, ma ‘Alino’ Diamanti resta in panchina per tutta la partita.

Ogbonna (Whu): Reti inviolate ad Upton Park fra West Ham e Stoke City. Angelo Ogbonna difende per tutta la partita molto bene la sua porta e anche grazie a lui gli hammers non subiscono gol.

CHAMPIONSHIP

Oggi analizzeremo due turni, quello del weekend e quello infrasettimanale che si concluderà stasera con Wolverhampton e Leeds:

Pisano (Bolton): Assente in entrambe le trasferte, prima nella sconfitta per 1 a 0 in casa dell’Hull poi nel pareggio per 2 a 2 a Charlton.

Macheda (Cardiff): Due le partite consecutive in casa per il Cardiff, prima con lo Sheffield Wednesday finita 2 a 2 dove l’attaccante si è seduto in panchina, mentre era assente nella vittoria in extremis per 3 a 2 contro il Brentford.

Silvestri, Bellusci, Bianchi e Antenucci (Leeds): Silvestri e Bellusci difendono con le unghie e con i denti la propria rete inviolata e ci riescono fermando il Charlton sullo 0 a 0. Bellusci si prende anche l’ammonizione. Antenucci invece è rimasto comodo in panchina, la punta l’ha fatta Wood per l’occasione; mentre Bianchi ancora assente. Stasera giocheranno in casa del Wolverhampton.

Agazzi e Fabbrini (Boro): Il Middlesbrough guadagna 4 punti in due partite casalinghe, prima pareggia 0 a 0 contro il Birmingham dove Fabbrini ha giocato gli ultimi 3 minuti, poi la vittoria di misura per 1 a 0 contro il Burnley in cui l’italiano ha giocato ben 65 minuti. Assente in entrambe le partite Agazzi..

Angella (QPR): Due pareggi casalinghi, prima lo 0 a 0 col Burnley dove Angella era in panchina, poi il 2 a 2 col Brighton, quando Angella è entrato al 16’ al posto dell’infortunato Perch.

Forestieri (Sheffield): Titolare in tutte e due le trasferte, prima nel pareggio 2 a 2 a cardiff dove lascia anche la firma nel tabellino dei marcatori, poi la brutta sconfitta con il Milton Keynes Dons 2 a 1.

Alessandro Barbati

Alessandro Barbati

Nato il 23 Marzo 1995, diplomato al Liceo Classico e laureando in Storia all'università di Firenze. Innamorato da sempre del calcio, 24 ore su 24 vicino alle notizie di ogni categoria di tutta Europa.
Redattore dell'Editoriale sulla Championship con PassionePremierLeague
Alessandro Barbati