LEEDS – Antenucci ” Sono state due stagioni molto belle e intense”

Mirco Antenucci lascia il Leeds dopo due stagioni nelle quali ha collezionato 75 presenze e 19 centri con la maglia dei Whites. L’attaccante va via dopo aver terminato i suoi due anni di contratto ed in un’intervista a GianlucaDiMarzio.com ha parlato della sua esperienza in Inghilterra: “Sono state due stagioni molto belle e intense sia a livello umano che a livello calcistico. Io e la mia famiglia ci siamo  trovati benissimo a Leeds”.L’ ex attaccante di Ascoli, Catania e Torino ha proseguito raccontando quello che è stato il suo impatto con il calcio inglese “Dal punto di vista calcistico ho scoperto una realtà nuova, differente dalla nostra. Hanno un modo tutto loro di vivere il calcio, gli impianti di gioco sono bellissimi e sempre pieni, le strutture di allenamento grandi e modernissime. Quello che più mi ha emozionato è il coro che i tifosi del Leeds mi hanno dedicato: me l’hanno fatto anche il giorno dell’ultima partita in casa, quando sapevano che sarei andato via. Poi mi ha piacevolmente sorpreso l’attaccamento al club: in trasferta erano sempre in 4-5 mila”.

Se Antenucci spende parole al miele per i tifosi e per l’ambiente, non si può dire lo stesso per l’organizzazione della società. Attualmente il Leeds è ancora di proprietà di Massimo Cellino, a detta di Antenucci un presidente molto poco presente “Non lo abbiamo praticamente mai visto. Nel Leeds uno dei più grandi problemi è proprio questo. Quando hai qualche problema, sia a livello di singolo, sia a livello di squadra, non trovi interlocutori”. Un grave mancanza per una società importante come il Leeds, che continua a vivere in Championship, quando la sua categoria “naturale” dovrebbe essere quella della Premier League.

Andrea Pierantozzi

24 anni,laureato in Economia.Il mio credo calcistico si basa sulla trinità Totti,Henry,Ronaldinho.Faccio parte di quelli che " noi non supereremo mai questa fase."