Leicester-Tottenham, le pagelle: ancora un Mahrez super, Spurs da rivedere

Leicester-Tottenham 1-1, pagelle – Arrivano i voti del match che da pochi minuti si è concluso: molto bene la squadra di Ranieri

Il big-match di questo pomeriggio ha dato come risultato un pareggio: Leicester e Tottenham si sono battute per conquistare una vittoria ma l’equilibrio, alla fine, l’ha fatta da padrone. Ecco tutti voti e pagelle ai protagonisti della partita.

VOTI DI LEICESTER-TOTTENHAM: I Foxes

Voto al Leicester – 7: La squadra di Ranieri è disposta benissimo in campo: le tre linee, difesa, centrocampo e attacco, sono sempre molto strette e non soffre mai le offensive avversarie. Un plauso è d’obbligo anche per la reazione repentina alla rete subita. Sempre meglio i Foxes.

LEICESTER: Schmeichel 6, De Laet 6, Huth 6, Morgan 6.5, Schlupp 6.5, Albrighton 6.5, Drinkwater 6.5(dal 80′ Inler, S.V.), King 6, Mahrez 7(dal 90′ Ulloa, S.V.), Okazaki 5.5, Vardy 6.5

Il migliore: Mahrez 7 – Grande classe e grande talento per il calciatore algerino. Spesso si specchia troppo nella sua qualità ma anche oggi è fondamentale per i suoi a tal punto da riportare la parità un minuto dopo il goal dello svantaggio. Fenomanele.

Il peggiore: Okazaki 5.5 – Un passo indietro per il giapponese che non riesce ad essere protagonista anche oggi come lo fu sabato scorso. Tuttavia, non è totalemente insufficiente la sua prestazione ma sicuramente da rivedere

PAGELLE DI LEICESTER-TOTTENHAM: Gli Spurs

Voto al Tottenham – 5: Gli Spurs non sono mai pericolosi nonostante il dominio del possesso palla: negli ultimo 25 metri non fanno mai paura. Vanno in vantaggio, immeritamente, e subito si fanno raggiungere. Ancora tanto lavoro da fare per Pochettino, sia in allenmanto che, magari, anche sul mercato.

TOTTENHAM: Lloris 6, Walker 6.5, Alderweireld 6, Vertonghen 5.5, Davies 5.5; Dier 5, Mason 5.5(dal 88′ Bentaleb, S.V.), Chadli 5.5, Dembele 5.5(dal 76′, Carroll S.V.), Lamela 5(dal 65′ Alli, 6.5); Kane 5.5

Il migliore: Alli 6.5 – Entra dalla panchina e dà l’illusione ai suoi, per pochi minuti, di poter fare il colpo gobbo. Tanta personalità e intraprendenza per il giovane talento inglese che lascia ben sperare per il futuro.

Il peggiore: Lamela 5 – Non entra mai in partita e non fa mai nulla per provare a cambiare le cose. Soffre la grande fisicità del calcio britannico e così Pochettino lo sostituisce anzitempo. Sempre più nel baratro l’argentino

Ciro Vieni

Ciro Vieni

Oltre al calcio seguo con molta affezione anche la pallacanestro, che pratico fin da bambino, e il ciclismo. Inseguo il sogno di diventare un narratore di sport per raccontarlo a chi come me ne è innamorato
Ciro Vieni