LIVERPOOL – Ufficiale: Jurgen Klopp è il nuovo manager dei Reds!

Dopo le voci insistenti degli scorsi giorni, è finalmente arrivata l’ufficialità: Jurgen Klopp è il nuovo manager del Liverpool.

L’allenatore tedesco, che in precedenza ha allenato il Mainz ed il Borussia Dortmund, sostituirà sulla panchina dei Reds l’esonerato Brendan RodgersKlopp ha firmato un contratto triennale con la società del Merseyside da €5 milioni (€7 milioni compresi i bonus) all’anno per, appunto, tre anni. Il manager ha inoltre ottenuto il permesso di avere la prima e l’ultima parola sui trasferimenti: così il teutonico potrà avere il pieno controllo sul mercato, senza incappare in altri errori commessi nella gestione Rodgers.

Oggi, inoltre, si è tenuta la prima conferenza stampa per il neo allenatore del Liverpool, che ha impressionato tutti i media inglesi presenti e non. Tra le tante frasi importante dette da Klopp, viene risaltata molto la risposta “The Normal One”, data alla domanda “Se Mourinho si è nominato lo ‘Special One’, tu come ti denomineresti?”. Inoltre, il tedesco ha parlato sia del pubblico di Anfield, definendolo magnifico e dichiarando di voler sentire l’atmosfera che i tifosi Reds sanno dare, sia del periodo di digiuno del suo nuovo club, dicendo che i tifosi non dovranno più aspettare a lungo: infatti al massimo tra 4 anni i Rossi ritorneranno in cima al mondo e, che se fallirà, potrà andare ad allenare qualche “squadretta” in Svizzera. Vedremo col passare del tempo se quanto detto si dimostrerà veritiero o meno. L’ex BVB, infine, ha anche ribadito di aver sempre sognato di allenare un club come il Liverpool, concetto espresso anche in tempi non sospetti.

Dulcis in fundo, il Liverpool ha assunto, come assistenti allenatori, sia Zeljko Buvac che Peter Krawietz, due “fidatissimi” di Klopp. I tifosi sono a dir poco entusiasti, l’atmosfera è alle stelle: l’allenatore tedesco saprà gestire l’entusiasmo che lo circonda o verrà travolto da esso? Come già detto in precedenza, solo il tempo ce lo rivelerà, ma fatto sta che, almeno sulla carta, i Reds hanno preso uno dei migliori allenatori in circolazione.