Magpies Corner – Tempo di bilanci

Benvenuti amici Magpies, dopo la fine del campionato è ora di tirare le somme e ripercorrere le gesta dei ragazzi nella stagione 2014-2015.

Che dire di questa stagione, con pochissimi alti e tantissimi bassi. Una squadra che ha smesso di giocare a Gennaio a 7 punti dal 4° posto salvo poi  doversi guadagnare la salvezza all’ultima giornata.

 |

Si inizia il campionato con le ormai solite difficoltà iniziali con la prima vittoria arrivata solo all’ 8va giornata e con soli 4 punti nelle prime 7. Da quei tre punti  con il Leicester è arrivato un grandissimo filotto di 5 vittorie consecutive con la vittoria per 1-2 in casa degli Spurs e quella tra le mura di SJP con il Liverpool per 1-0. Dopo queste grandi partite si è tornati alla solita mancanza di continuità, squadra capace di vincere e perdere contro chiunque. La partita più bella e più emozionante in questa stagione è stata contro il Chelsea che arrivava a SJP senza ancora una sconfitta in stagione, e che si è dovuto arrendere alla doppietta di Cisse al termine di una partita di gran sacrificio e carattere di tutta la squadra. Da li tre sconfitte consecutive, tra cui il derby perso al 90′. La  partita vinta per 3-2 con l’Everton è stata l’ultima di Pardew sulla nostra panchina, sostituito da Carver fino al termine della stagione. Con Carver i risultati peggiorano arrivano solo 13 punti in 19 partite (derby nuovamente perso), e una sola vittoria nelle ultime 11. Si arriva alla sofferta  salvezza solo alla 38esima giornata grazie alla vittoria per 2-0 sul West Ham.

 |

Poco da aggiungere i risultati e la classifica valgono più mille parole. Un voto a questa stagione? 4,5.

Passiamo ora al tanto atteso pagellone. Promossi o Bocciati?

Krul: Meno impeccabile degli scorsi anni ma sempre un ottima garanzia tra i pali. Quando la barca affonda cerca sempre di tenerla a galla. La parata nell’ultima partita su Downing vale mezzo punto. Voto: 6,5.

 

 |

Elliot: Stagione sfortunatissima, gioca tre partite e poi  si fa male contro il Chelsea il 6 dicembre e non si vede più. Senza Voto.

Alnwick: Complice il doppio infortunio di Krul ed Elliot si trova a fare il titolare per circa 1 mese, esordio difficile per l’inglese ma presto per dare giudizi vista la giovane età. Voto: 6 (di fiducia).

Janmaat: Uno dei pochi acquisti estivi azzeccati. La fascia destra è casa sua. Alla sua prima stagione in Premier le gioca tutte (tranne una per squalifica) mettendo a segno 1 goal e ben 6 assist. Fase difensiva da rivedere. Voto: 7.

 |

Coloccini: Stagione difficile per capitan Colo, prestazioni molto spesso insufficienti. Nei momenti difficili si fa buttare fuori e si prende tre giornate, non un comportamento da vero leader. Voto: 5.

Williamson: Pessima stagione quella di Willo, tanti, troppi errori per giocare titolare nel Newcastle. L’espulsione contro il Leicester emblema della sua stagione. Per la prossima stagione urgono rinforzi! Voto: 4.

 |

S. Taylor: Gioca solo 10 partite in cui non sfigura, poi si rompe il tendine d’achille che li farà terminare  la stagione. Voto: 6. 

Dummett: Gioca sia da terzino che da centrale, ma quando c’è da spingere proprio non ci siamo, molto meglio quando li tocca difendere, ma non grandi risultati. Voto: 5,5.

Haidara: Ha tutto per diventare un ottimo giocatore nel suo ruolo: fisico, corsa e anche un buon piede. Unico problema, mancanza di continuità. Per il francese classe 92′ non c’è più tempo, la prossima stagione dovrà fare il salto di qualità. Voto: 6.

Tiote: il vero Tiote  quest’anno non c’è mai stato, lento e prevedibile. Torna dalla coppa d’Africa infortunato e non si vede più. Voto 5.

 |

Sissoko: Da quando Pardew è partito Mouss non è stato più lo stesso, le sue accelerazioni e le sue giocate sotto la gestione Carver non si vedono quasi mai. Si risveglia contro il West Ham segnando il goal dell’1-0 che vale una stagione. Voto: 6 (media fra il 7 della prima parte e il 5 della seconda).

R.Taylor: Dopo tanti problemi torna a giocare e Carver lo mette subito al centro della squadra facendolo giocare più volte in mezzo al campo ma in quella posizione fatica e tanto. Un po’ meglio quando gioca terzino. Voto: 5

 |

Jack Colback: Corona il suo sogno di giocare per la squadra per cui ha sempre tifato e da buon geordies non si risparmia mai, uno dei pochi che onora la maglia e sa cosa vuol dire giocare per il Newcastle United. Mette a segno anche 4 goal e 5 assist, non male alla sua prima stagione. Voto: 7.

Abeid: Inspiegabilmente ne con Pardew ne  con Carver non riesce ma a trovare grande spazio. Venendoli sempre preferiti Anita e Taylor. Ma quando gioca si sente: corsa, grinta e buona qualità. Voto: 6.

Anita: La peggior stagione da quando è arrivato nel nordest. Con Pardew vede il campo molto spesso dalla panchina. Poi con Carver, complice l’indisponibilità di Tiotè, viene rimesso al fianco di Colback ma niente di buono. Un po’ meglio quando per esigenza viene schierato terzino. Voto: 4,5.

 |

Yoan Gouffran: Veramente inspiegabile cosa li sia successo, quando gioca è semplicemente un fantasma. Voto:3

Jonas: semplicemente fantastico! Dopo aver superato il cancro torna a giocare e da tutto per questa maglia. Come la più bella delle storie segna il goal decisivo per la salvezza. EROE! Voto: 8.

 |

Cabella: Arrivato con grande attesa dal Montpellier e dopo una preseason molto convincente, in Premier non ripaga le aspettative. Sigla solo 1 goal in 31 partite e serve anche 2 assist, molto poco per un investimento cosi importante. Si spera che questo sia stato solo un anno di assestamento, e che la prossima stagione potremmo vedere il vero Cabella. Il materiale c’è bisogna farlo esplodere. Voto: 5+.

Ameobi: Stagione da protagonista per Sammy gioca spesso sia con Pardew che con Carver. Mette a segno anche 2 goal di ottima fattura contro Spurs e Hull. Ma quando c’è da fare la differenza fatica a essere decisivo e continuo per tutti i 90′. Voto: 5,5.

De Jong: Praticamente non si è mai visto, sempre infortunato. Trova anche il tempo di siglare la sua prima rete con la maglia del Newcastle, ma troppo poco per dare un giudizio. Senza Voto.

Obertan: Un buon inizio di stagione con 1 goal e 1 assist, poi  si fa male e fatica a tornare in forma. Voto: 5,5.

Cisse: Molto combattuto su che voto assegnare a Cisse se da un lato ci sono i suoi 11 goal e la seconda media realizzativa della Premier League da l’altro lato della medaglia ci sono le 10 giornate squalifica accumulate in questa stagione. Troppe per la sua vitale importanza, quando manca si fatica e tanto a segnare. Voto: 6,5.

Riviere: Acquisto più deludente della campagna estiva, arriva dal Monaco con un buon campionato alle spalle. Ma al Newcastle delude e tanto. Fatica ad entrare nel gioco della squadra e segna solo 3 goal in stagione (1 in campionato e 2 in coppa di lega). Carver prova a darli fiducia schierandolo più volte ma il francese non ripaga. Non credo verrà ceduto visto il suo basso valore di mercato in questo momento, stesso discorso per Cabella, la prossima stagione sarà quella della verità. Voto: 4,5.

Ayoze: La nota più lieta della stagione, classe 93′ arriva dalla seconda divisione spagnola e alla sua prima stagione in Premier League  mette a segno 7 reti. Grandissimo talento con ampi margini di miglioramento. Voto: 7,5.

 |

Armstrong: Il gioiellino dell’accademy classe 97′ comincia trovare un po’ di spazio in questa stagione, gioca 11 partite e dimostra che ci sa fare. Facciamolo crescere senza pressioni e lo vedremo presto protagonista.  Voto:6.

Cari amici per questa stagione è tutto! See you next season! #STAYTUNED

Mattia Chiozza

Amante del calcio inglese, tifoso di Milan e NUFC! @ITMagpies

Latest posts by Mattia Chiozza (see all)