MANCHESTER CITY – La FA apre un’inchiesta sull’anti-doping

La FA ha aperto un procedimento contro il Manchester City a seguito di alcune irregolarità in occasione di alcuni test antidoping.

Il club di Manchester avrebbe infranto la legge 14D, che recita come i club siano tenuti a comunicare l’impossibilità di compiere alcuni test. La squadra di Guardiola ha saltato tre test durante il 2016 senza fornire indicazioni sul perché e soprattutto sul luogo in cui si trovassero i giocatori mancanti.

Il City avrà tempo fino al 19 gennaio 2017 per dimostrare la sua innocenza. La FA potrebbe anche delegare il caso ad una commissione esterna per una analisi più approfondita.

Per ora il club è stato solo deferito, mentre a seguito del processo potrebbe rischiare una multa.

Lorenzo Cracchiolo

Studente, amo la tattica applicata al calcio e i bei ritmi della premier!