MANCHESTER CITY – Più tempo per rispondere alle accuse sul doping

E’ stato concesso un permesso, maggiore in termini di tempo, al Manchester City per rispondere alle accuse provenienti dalla FA in merito ad un’inchiesta anti-doping.

Il City è accusato di non aver fornito agli ufficiali anti-doping le informazioni necessarie per localizzare alcuni giocatori per sottoporli a controlli antidroga.

Il club ora deve fornire una valida motivazione per giustificare la suddetta mancanza. Inoltre deve fornire dettagli sugli allenamenti e gli spostamenti dei giocatori durante i test antidroga. Il City ha mancato nel fornire queste indicazioni per tre volte.

La società mancuniana ha tempo per rispondere fino al 27 gennaio alle ore 17 italiane (16 locali). La pena più probabile, dopo i tre tentativi falliti di fornire le indicazioni richieste, è una multa.

 

Lorenzo Cracchiolo

Studente, amo la tattica applicata al calcio e i bei ritmi della premier!