MERCATO – Colpi in canna

E’ un mercato caldissimo quello che si sta per chiudere, la sessione estiva in Premier League.
Arrivi, tanti, a luglio. Poi una fase di stallo, ma ora che i giochi stanno per chiudersi, ecco che tutti drizzano le antenne. Si cercano colpi low-cost, affari da leccarti i baffi, o semplicemente pedine per coprire i buchi della tua rosa.
A poco più di 72 ore dal gong finale ecco i colpi in canna di alcune delle squadre del massimo campionato inglese.

Aston Villa-WBA-United: che trittico

Queste tre squadre, infatti, stanno per chiudere un affare a catena.
Tutto parte dal desiderio, o necessità, di Tim Sherwood, di aver un altro difensore nella sua squadra. Il nome che circola da giorni è quello di Joleon Lescott, ex Manchester City, ora in forza al West Bromwich Albion.
Il trentatreenne inglese è valutato circa 3 milioni di euro, cifra che i Villans sarebbero disposti a pagare per assicurarselo. La trattativa avanza e il finale sembra possa sorridere alla squadra di Birmingham.
Nonostante la cessione di Lescott, il WBA non si perde d’animo e, dal canto suo, cerca un sostituto per rimpiazzarlo. Il nome nuovo è quello di Jonny Evans del Manchester United, nordirlandese, ventisettenne, che Wikipedia dà già come nuovo difensore della squadra allenata da Pulis. In realtà c’è un accordo di massima, e l’affare si concluderà non appena Lescott volerà in direzione Birmingham.

Chelsea: non solo Stones

Il Chelsea, come tutti sanno, è sulle tracce di John Stones, centrale difensivo dell’Everton che però chiede una grossa cifra per cedere l’inglese.
Mou allora ha deciso di tutelarsi. Stones è il primo nella lista dei desideri, ma nel caso in cui i Toffees risponderanno negativamente all’ultima offerta dei Blues ecco che la dirigenza del club londinese si riverserà su altri nomi.
Come abbiam detto negli ultimi giorni, Mou ha chiesto Ezequiel Garay, difensore centrale dello Zenit con tanta esperienza europea, avendo giocato anche nel Real Madrid e nel Benfica. La squadra russa, però, difficilmente vorrà privarsi del suo pezzo forte nel reparto arretrato, ed allora il terzo nome sulla lista del Chelsea è quello di Aymen Abdennour, di proprietà del Monaco, club che però sarebbe disposto a privarsene. Sulle tracce del tunisino ci son stati club italiani, come Inter, Milan e Juventus, ma visto che il ragazzo avrebbe occupato un posto da extracomunitario, le trattative non sono mai andate in porto.
Nonostante l’interesse forte del Chelsea, negli ultimi minuti i siti spagnoli danno per fatto il suo passaggio al Valencia. Manca l’ufficialità, ma come la prenderà Josè Mourinho?

West Ham-Matri: sì o no?

Oggi sapremo se il matrimonio tra il West Ham e Alessandro Matris’ha da fare“. La squadra inglese è sulle tracce dell’attaccante del Milan da più giorni, dopo aver incassato il no di Zaza a trasferirsi in Inghilterra.
Avant’ieri l’affare era praticamente fatto, con Matri pronto a fare le valigie e accasarsi agli Hammers. Intoppi burocratici hanno poi rallentato la trattativa che, però, nella giornata di ieri si è aperta nuovamente.
Matri non è stato convocato per la sfida contro l’Empoli di questa sera e, se arriverà la nuova offerta del club londinese, lui sarà libero di accettarla. Anche il Marsiglia si è mosso per l’attaccante italiano ma il West Ham probabilmente lo convince di più.

Man United: pronto il colpaccio finale

Dopo una campagna acquisti faraonica, ma non per questo non mirata, lo United vuole lasciare nuovamente i suoi tifosi a bocca aperta. Sarebbe un colpo più che strabiliante e sicuramente il più costoso della storia.
Gareth Bale a Manchester. E’ questo il desiderio di LVG che la dirigenza del club conosce benissimo.
Come fare? Facile: uscendo dalla tasca novanta milioni più il cartellino di De Gea e proporli al Real Madrid.
E’ la clamorosa indiscrezione lanciata dal Daily Star questa mattina. In molti si augurano possa avverarsi, noi attendiamo aggiornamenti e saremo i primi a descrivervi l’evoluzione di quello che potrebbe essere l’affare del decennio.

Giuseppe Chiarolla
FOLLOW ME

Giuseppe Chiarolla

Classe 1996. Malato di calcio da quando aveva 6 anni. Innamorato delle notizie.
- C'è sempre una storia dietro poche righe -
Giuseppe Chiarolla
FOLLOW ME