MIDDLESBROUGH – Ramirez “palpeggiato” da Jara in Cile-Uruguay

Gonzalo Jara ci è ricascato e stavolta, vittima della sua mano birichina è stata Gaston Ramirez, centrocampista del Middlesbrough.

Il fatto è avvenuto ieri sera nel corso del match tra Cile ed Uruguay, valido per le qualificazioni alla Coppa del Mondo 2018 in Russia. Durante la sfida, il difensore cileno ha allungato le mani verso le parti basse del giocatore del Boro.
Episodio non nuovo per Gonzalo Jara che si era lasciato andare ad una provocazione hot, con tanto di sceneggiata finale, nei confronti del Matador, Edinson Cavani durante la partita dei quarti di finale di Coppa America nel 2015.
In quella circostanza l’attaccante del PSG reagì con un colpetto in viso alla provocazione del giocatore cileno, il quale si buttò platealmente a terra, spingendo l’arbitro ad estrarre il secondo giallo nei confronti dell’uruguaiano.
A seguito di questo episodio il Mainz, squadra nella quale militava Jara, lo scaricò pubblicamente giustificando così la sua scelta: “Una sceneggiata intollerabile, se lo cercano può anche andare“. Queste furono le parole del direttore sportivo Christian Heidel.

A distanza di un anno Gonzalo Jara ha cambiato casacca ed è tornato in patria. Adesso gioca nell’Universidad de Chile.
E mentre la reazione del giocatore del Middlesbrough è stata glaciale, al contrario di quella del Matador, resta da capire se, alla luce di questo ultimo episodio, il giocatore dalla mano lesta sarà scaricato di nuovo.