MANCHESTER UTD – Mourinho tra Talisca, Dier e Morata: il punto della situazione sul mercato dello United

Mourinho è uno che lascia il segno ovunque vada e, sicuramente uno a cui non piace perdere: i tre trofei conquistati l’anno scorso non bastano per un vincente come lui. Un altro anno lontano dalla lotta per il titolo in Premier non è un’opzione, così come non può esserlo fare solo la comparsa nella prossima edizione della Champions League. E allora è il caso di buttarsi a testa bassa sul mercato estivo.

Numerose voci circondano l’ambiente di Manchester sponda rossa, tra partenze e arrivi: il primo affare già concluso è quello di Victor Lindelof, che dovrebbe andare a formare la coppia di centrali difensivi titolare con il coetaneo Bailly, portando alla possibile partenza del veterano Smalling, richiesto da molte squadre tra le quali sembra in pole position il West Ham. Per quanto riguarda, invece, il centrocampo, il tecnico portoghese sta provando negli ultimi giorni di strappare ai rivali del Totthenam il giovane Eric Dier: il ragazzo è già titolare della nazionale inglese grazie alla sua importante crescita nella passata stagione sotto la guida di Pochettino e sarebbe il rinforzo ideale a prendere l’eredita di Michael Carrick. Gli Spurs non hanno, però, nessuna intenzione di fare sconti e hanno fissato una base di trattativa che si aggira attorno ai 60 milioni. La trattativa, in questo caso, potrebbe diventare molto lunga.

Per quanto riguarda la fase offensiva, Mourinho sta esplorando diverse piste: quella un po’ più datata porta a Ivan Perisic dell’Inter, con il giocatore molto propenso ad accettare la corte dello United, che,però, dovrà fare un grosso sforzo a livello economico per convincere il club milanese. Inoltre negli ultimi giorni si è parlato di un forte interessamento per Talisca, trequartista di proprietà del Benfica come Lindelof, che ha disputato un’ottima annata in prestito al Besiktas, col quale ha vinto il campionato turco e ha mostrato grandi colpi anche nelle apparizioni in Champions. Il giocatore ha dichiarato che tra lui e il manager del Manchester c’è grande ammirazione e stima reciproca ormai da anni e che, come tutti, vorrebbe giocare per i Red Devils.

Infine ci saranno diversi nodi da sciogliere in attacco: dopo il grave infortunio di Ibrahimovic e il conseguente mancato rinnovo di contratto, anche l’avventura di Wayne Rooney potrebbe essere giunta al termine, con un romantico interessamento dell’Everton che era trapelato poco tempo fa. Spazio quindi a una nuova stella che, nei piani di Mourinho, risponderebbe al nome di Alvaro Morata; altra trattativa complicatissima, col Real Madrid che non vuole svendere il giocatore e il portoghese che potrebbe sfruttare il suo portiere de Gea come pedina di scambio per abbassare il prezzo del talento spagnolo.