Newcastle-Liverpool 1-0, decide ancora Ayoze. Notte fonda per il Liverpool

Newcastle-Liverpool 1-0: al St.James, decide un lampo di Ayoze in una partita sostanzialmente noiosa

MARCATORI: Ayoze 74′ (N)

FORMAZIONI INIZIALI:

 

La decima giornata di Premier League si apre al St.James Park di Newcastle, dove i padroni di casa bianconeri ospitano il Liverpool di Brendan Rodgers. Le due squadre vengono da momenti diversi: se per i Magpies è un momento positivo, grazie anche alla recente vittoria in trasferta contro il Tottenham, non si puo dire lo stesso per gli ospiti, che vengono da uno scialbo 0-0 casalingo con l’Hull City. Entrambi i team però vogliono dare una sterzata alla propria stagione, oltre che scacciare parte dello scetticismo che accompagna gli ambienti sin dall’inizio di questa stagione.

PRIMO TEMPO – La prima azione degna di nota è di stampo bianconero quando al 10‘ Obertan mette al centro e l’accorrente Sissoko viene atterrato nel momento di calciare da Allen, ma per il direttore di gara è tutto regolare. Situazione molto dubbia. Al minuto 17‘ tutto lo stadio, come abitudine per i match casalingi, applaude i due tifosi del Newcastle morti questa estate sull’aereo MH-17. Partita con nessuna azione saliente, le difese sono molto attente a chiudere i tentativi offensivi avversari. Al 27′ Obertan deve abbandonare per infortunio, al suo posto il classe ’95 Rolando Aarons. Il neo entrato prova subito a dar fastidio conquistando una punizione sulla trequarti che si evolve in una mischia in area ben liberata dalla difesa reds. Al 36‘ corner Newcastle, in area calcia a fatica Cissé, ma sulla linea è appostato Johnson che respinge. Al 40′ invece è Skrtel da azione d’angolo a sfiorare il palo, a seguito di un preciso colpo di testa. Un primo tempo noioso si conclude con una punizione calciata alta da Papim Cissè. E’ 0-0.

 SECONDO TEMPO – Il secondo tempo vede l’ingresso da subito di Ayoze, che rileva il senegalese Cissè. Primo squillo di Balotelli al 49′, che calcia centrale una punizione dalla trequarti. L’occasione migliore della gara sinora arriva al 56‘ quando Gerrard pennella in are un cross per Coutinho che colpisce di testa, ma viene fermato da un grande intervento di Krul. La partita torna ad essere noiosa, Rodgers gioca la carta Borini per Allen, irrobustendo la trequarti di mezze punte a sostegno di Balotelli; Pardew si gioca invece la carta Remy Cabella. Proprio Borini al 70‘ calcia un destro violentissimo dal limite dell’area che termina al lato. La noia viene interrotta da un lampo a ciel sereno: pasticcio della difesa del Liverpool, Moreno regala palla con una sponda ad Ayoze, che calcia velocemente da centroarea: goool!! Vantaggio Newcastle, 1-0. Siamo al 74‘.

Pochi minuti dopo sono ancora i Magpies a sfiorare il raddoppio: contropiede di Cabella che a tu per tu con Mignolet si fa ipnotizzare, deviazione in angolo. Al ‘80 entra anche Lambert che sostiuisce Coutinho, Liverpool ora a super trazione offensiva. I cambi di Rodgers non hanno l’effetto sperato, il Newcastle è piazzato in campo molto bene e lascia pochi spazi e anzi, quando riparte, è molto pericoloso grazie alla velocità dei vari Cabella, Aarons e company. Le ositlità finiscono dopo 3′ di recupero. A St.James Park finisce Newcastle Utd 1-Liverpool 0. Decide Ayoze Perez, ancora lui.

 

VITTORIA per i Magpies, la terza consecutiva, che permette di proseguire la striscia di vittorie e di prestazioni convincenti. Gli uomini di Pardew, seppur non offrendo gran bel gioco, mostrano di essere molto solidi e concreti. Al contrario nel Liverpool, le cose da rivedere sono moltissime: dai lapsus difensivi alla scarsezza di occasioni create in fase offensiva, con il povero Balotelli troppo spesso poco servito e costretto a venirsi a prendere il pallone a centrocampo.