PAGELLE ARSENAL-MAN CITY 2-1 – Ozil chapeau, Touré fuoriclasse, flop Sterling

Ecco le pagelle con tutti i voti ai protagonisti di Arsenal-Man City, Monday Night della 17^ giornata di Premier League terminato col punteggio di 2-1. Il match si è disputato all’Emirates Stadium di Londra. Arsenal-Manchester City

PAGELLE ARSENAL-MAN CITY: i Gunners

ARSENAL (4-2-3-1) – Cech 6.5, Bellerin 7, Mertesacker 6, Koscielny 6, Monreal 6, Ramsey 6.5, Flamini 6, Walcott 7(dall’ 88′ Chambers s.v.), Ozil 8.5 (dal 76′ Chamberlain s.v.), Campbell  7.5 (dal 70′ Gibbs 6), Giroud 8. All. Wenger 7.

ARSENAL – 7.5. Cinici nel primo tempo, spreconi nel secondo. Partita che sarebbe potuta finire pure 6-1 se avessero concretizzato tutte quelle chance nella ripresa. Fatto sta che, nonostante il dominio del possesso da parte degli ospiti, hanno meritato la vittoria ed il secondo posto. Super prestazione, specialmente nella ripresa, ed i tifosi possono iniziare a sognare. Unico neo, la prima mezz’ora: totalmente dominati dagli avversari, ma poi ne sono usciti con gran classe. Forse, da oggi, sono loro i favoriti al titolo, questo è almeno quello che dicono i bookmakers. Vedremo se si sapranno confermare su questi livelli.

IL MIGLIORE – Ozil, 8.5. Oggi lezione totale di calcio da parte del tedesco. Il voto ed il “cioccolatino” (perché chiamarlo assist sembra quasi riduttivo) per Giroud nel gol del raddoppio parlano per sé. Man of the match senza se e senza ma. Ah, tra l’altro, 14° assist in stagione. Fenomeno.

IL PEGGIORE – Mertesacker, 6. Metto lui per sottolineare la prestazione si sufficiente ma un po’ ballerina e inferiore rispetto agli altri di 3/4 di difesa dei Gunners. I brividi, per i loro tifosi, sono durati sino all’ultimo secondo di gara: è il paradosso della miglior difesa del campionato, che forse deve questo titolo soprattutto a Cech, molto probabilmente il portiere più forte degli ultimi 15 anni in casa Arsenal. Prima De Bruyne nel primo tempo e poi Touré all’ 88′ graziano la difesa londinese. Sufficienza stentata.

VOTI ARSENAL-MAN CITY: i Citizens

MAN CITY (4-2-3-1) – Hart 7, Sagna 5.5, Otamendi 5.5, Mangala 5, Kolarov 5.5, Fernandinho 6, Toure 7.5 (C), Delph 5 (dal 46′ Sterling 4.5), De Bruyne 6, Silva 5.5 (dal 73′ Navas 5), Aguero 5 (dal 63′ Bony 6). All. Pellegrini 6.

MAN CITY – 5.5. Il calcio non si vince facendo 62% di possesso palla e tirando 20 volte di cui 6 nella porta avversaria, capito Pellegrini?

IL MIGLIORE – Touré, 7.5. E’ la media delle sue due “fasi” di partita: fino all’ 80′ 5, dall’ 80′ in poi 10. Mancato per ben 80 minuti, riesce a mettere in atto una delle più grandi dimostrazioni di carisma nel calcio giocato dell’ultimo quinquennio. Il gol è da fenomeno assoluto, e stava anche per sfiorare la rimonta impossibile da solo. Solo applausi, grande campione. Come riscattare in 10 minuti una partita anonima.

IL PEGGIORE – Sterling, 4.5. L’allenatore ti mette nel secondo tempo per rompere il ghiaccio, e che fai? Congeli pure tu? Male. Dimostra di non valere quei famigerati €68 milioni pagati per sottrarlo al Liverpool, almeno per il momento.