CHELSEA-SOUTHAMPTON 1-3, le pagelle: il gigante Pellè trascina i Saints

Terminato il match, vi presentiamo le pagelle con tutti i voti di Chelsea-Southampton, terminato 1-3 per gli ospiti.

Voti Chelsea-Southampton: i Blues

Chelsea (4-2-3-1): Begovic 6.5; Ivanovic 6, Cahill 5.5, Terry 5.5, Azpilicueta 6; Ramires 5 (45′ Matic 5, 71′ Remy 6), Fabregas 5.5; Willian 6+ (63′ Pedro 6), Oscar 5+, Hazard 5.5, Falcao 5.
All. Mourinho 5

CHELSEA 5: i Blues non entrano praticamente mai in partita, essendo poco incisivi in avanti e con il centrocampo che supporta molto poco la difesa, attaccata sempre da 4-5 giocatori degli ospiti odierni. Continua il periodo no degli uomini di Mourinho, che se proseguirà ancora per un po’, potrebbe trasformare una stagione negativa, in una tragica stagione.

Il migliore in campo: Begovic 6.5, quando una squadra prende tre gol ed il portiere risulta essere il migliore in campo, significa che la sconfitta subita, poteva essere anche più pesante. Non ci fosse stato lui a salvare almeno due-tre gol, sarebbe stata una debacle, ancora più clamorosa di quel che è stata.

Il peggiore in campo: Ramires 5, si peggiori in campo se ne troverebbero a bizzeffe, ma Ramires supera di un pizzico la “concorrenza” dei suoi compagni. Praticamente mai in partita e rischia anche un rigore che per sua fortuna l’arbitro non vede.

Pagelle Chelsea-Southampton: i Saints

Southampton (4-2-3-1): Stekelenburg 6.5; Soares 5.5, Fonte 6, Van Dijk 6.5, Bertrand 6; Wanyama 6.5, Romeu 5 (45′ Ward-Prowse 6.5); Mané 7.5 (91′ Yoshida s.v.), Davis 7, Tadic 6.5 (77′ Rodríguez s.v.); Pellè 8.
All. Koeman 7.5

SOUTHAMPTON 7.5: sarà anche vero che il Chelsea è apparso molto in difficoltà in questo periodo, ma vincere 1-3 a Stamford Bridge non è da tutti. Ottima difesa e grandissimo attacco, avesse giocato sempre in questa maniera avrebbe certamente più punti.

Il migliore in campo: Pellè 8, quando un attaccante fa un gol e regala due assist decisivi ai compagni, non può che essere nominato migliore in campo. A differenza di quello che possa far pensare la sua stazza fisica, rientra molto ad aiutare i compagni in fase difensiva. Provocazione finale: ma se gente come Okazaki, Atsu, ecc… sono stati selezionati per entrare nei 59 in lizza per il pallone d’oro, perché non c’è anche lui?

Il peggiore in campo: Romeu 5, il giovane centrocampista di proprietà degli avversari di giornata non incide praticamente mai sul match e sembra totalmente al di fuori degli schemi di Koeman. Il manager olandese lo tira fuori dal campo ad inizio secondo tempo per far entrare un più acceso Ward-Prowse, che fa molto meglio dell’ex canterano del Barcellona.