PAGELLE CHELSEA-TOTTENHAM 2-2: superbi Kane e Hazard

Queste le pagelle con l’analisi dei protagonisti del Monday Night della 36^ giornata di premier tra Chelsea e Tottenham!

pagelle

Pagelle Chelsea-Tottenham: i Blues

CHELSEA: Begovic, Ivanovic, Cahill, Terry (c), Azpilicueta, Mikel, Matic (Oscar, 78′), Willian, Fabregas, Pedro (Hazard, 46′), Diego Costa

VOTO Chelsea: 7. Partenza davvero negativa da parte dei Blues che subiscono il cinismo delle chirurgiche partenze degli avversari, trovandosi sotto di 2-0 a fine primo tempo. L’inserimento di Hazard riequilibra le sorti della gara, Blues stoici e determinati fino in fondo, una qualità che avremmo voluto edere più spesso nel corso di questa stagione.

IL MIGLIORE: Hazard 7,5. Entra al posto di un anonimo Pedro e fa da subito la differenza. Se il Chelsea fino al suo ingresso aveva previsto la maggior parte dei movimenti offensivi, col suo inserimento il belga fa la differenza, spelendida la rete del pareggio.

IL PEGGIORE: Fabregas, 5. Assolutamente non in partita, a volte sembra quasi essere troppo disorientato per stare all’interno del rettangolo verde. Fuori luogo stasera.

Voti Chelsea-Tottenham: gli Spurs

TOTTENHAM: Lloris (c), Walker, Vertonghen, Alderweireld (Chadli, 91′), Rose (Davies, 82′) Dier, Dembele, Lamela, Eriksen, Son (Mason, 64′), Kane.

VOTO Tottenham: 5. Dispiace davvero tanto perché esattamente come il Leicester, il Tottenham quest’anno ha dato sfoggio di una crescita esponenziale a livello di collettivo. Purtroppo la crescita comporta anche il saper gestire momenti di nervosismo incredibile come gli ultimi minuti della partita di questa sera. La rimonta è un errore gravissimo e sarebbe potuta essere evitata.

IL MIGLIORE: Harry Kane, 8. Il genio degli Spurs stasera ha mandato in crisi ogni volta che ha voluto la retroguardia dei Blues, solo giocate di intelligenza, un talento puro che anche stasera nonostante la matematica fine della corsa al titolo ha saputo brillare come sempre durante quest’annata.

IL PEGGIORE: L’intera difesa degli Spurs. Ineccepibile concedere spazi del genere ad un certo Eden Hazard, entrato fin dai primissimi istanti della gara in visibile ottima forma. Crollano dopo aver disputato una buona gara, ma questo calo di attenzione ha giocato lo scherzo più brutto che potesse succedere, costando l’intera fantastica annata alla squadra.