PAGELLE MANCHESTER CITY-EVERTON 1-1: i voti dei protagonisti

Ecco a voi le nostre personali pagelle dell’incontro tra Manchester City e Everton che, poco fa, ha chiuso la seconda giornata di Premier con la squadra di Guardiola che non riesce ad andare oltre all’1-1.

pagelle real madrid-manchester united 2-1

PAGELLE MANCHESTER CITY-EVERTON 1-1: i Citizens:

Manchester City (5-3-2): Ederson 5,5, Walker 5,5, Kompany 6, Stones 6 (64′ Danilo 6,5), Otamendi 5,5, De Bruyne 6,5, David Silva 6,5, Fernandinho 6, Sanè 5,5 (68′ Bernardo Silva 6), Aguero 5,5, Gabriel Jesus 5,5 (46′ Sterling 7). All. Guardiola

LA SQUADRA – 6. Giocare un tempo intero sotto di un gol e di un uomo non è facile, soprattutto contro una squadra molto ben organizzata e diretta come questo Everton. La voglia e l’autorità con cui scendono in campo gli uomini di Guardiola nel secondo tempo e con la quali trovano il pareggio meritano applausi. GRINTOSI.

IL MIGLIORE – Sterling 7. Solito giocatore frenetico e confusionario, ma stasera da subito l’idea di essere entrato nel match con la mentalità giusta. Segna il gol del pari con un gran tiro. RITROVATO.

IL PEGGIORE – Walker 5,5. Paga l’espulsione che cambia il volto della partita anche se, a onor del vero, delle due ammonizioni forse non ce ne stava neanche una. Portroppo non riesce comunque ad essere incisivo ben controllato sulla sua fascia da Baines. MALTRATTATO.

PAGELLE MANCHESTER CITY-EVERTON 1-1: i Toffees:

Everton (3-4-2-1): Pickford 6,5, Keane 6,5, Williams 6,5 (60′ Klaassen 6,5), Jagielka 7, Holgate 6,5, Baines 6,5, Schneiderlin 5, Gana 6, Davies 5,5 (60′ Sigurdsson 6), Rooney 7 (89′ Besics.v.), Calvert-Lewin 7. All. Koeman

LA SQUADRA – 7. Koeman parte prudente con la difesa a 5 e ha ragione. I suoi giocano una partita tatticamente perfetta e all’inizio soffrono davvero poco. Trovano il vantaggio dopo il palo di Silva. Nel secondo tempo si abbassano troppo e concedono più spazi. Nel complesso 5 partite ufficiali con 4 vittorie e un pareggio e il primo gol subito oggi. CONCRETI.

IL MIGLIORE – Rooney 7. Si sbatte tantissimo, generoso come sempre e segna il secondo gol in altrettante giornate di campionato. Ottimi anche Calvert-Lewin in ripartenza e Jagielka in fase difensiva, ma un giocatore al 200°gol in carriera in Premier merita il premio di MVP. RINGIOVANITO.

IL PEGGIORE – Schneiderlin 5. Prende il primo giallo dopo soli 7 minuti condizionandosi la partita. Fa anche benino il suo lavoro di filtro, ma l’eccesso di foga gli costa, nel finale, il secondo giallo e, di conseguenza la squalifica per la prossima giornata. INGENUO.