All

PREMIER LEAGUE – Il resoconto della 33esima giornata

tabellino middlesbrough-arsenal 1-2Negli anticipi della 33esima giornata di Premier League, andata in onda sabato 15 aprile 2017, vittorie casalinghe per Tottenham , Everton, Stoke City e Watford; pareggio e tanto spettacolo tra Palace e Leicester (2-2), così come tra Sunderland e West Ham (2-2). Il Manchester City corsaro in trasferta, passeggia sul Southampton (3-0). Si accorcia la distanza in vetta, con il Chelsea tallonato dal Tottenham che và a -4. Liverpool terzo, Manchester City quarto con United ed Arsenal inseguitrici.

TOTTENHAM – BOURNEMOUTH 4-0

16′ Dembele, 19′ Son, 48′ Kane, 92′ Janssen

Gli Spurs confezionano l’ennesimo risultato positivo casalingo di questa stagione (11esima vittoria a White Hart Lane), liquidando il Bournemouth con un netto 4-0. I padroni di casa partono subito forte, con Dembelè che prima impensierisce Boruc con un violento tiro da fuori area, e poi trova il gol al 16′ sull’invito da calcio d’angolo di Eriksen. Il raddoppio non si fà attendere, con il Bournemouth che sbaglia la ripartenza al 19′ con Wilshere, Kane è bravo a servire di prima il sudcoreano Son che si libera in velocità di Cook e trafigge con un diagonale Boruc per la seconda volta. Prima dell’intervallo due buone occasioni anche per Eriksen, che spara di poco alto sulla traversa, e poi ancora per Son su un’azione fotocopia che invece impegna Boruc con una presa a terra. Nella ripresa la musica non cambia, con il tris siglato da Harry Kane al 48′, che finalizza da vero bomber un’altra bella azione dei padroni di casa. Nel recupero c’è gioia anche per il neo entrato Janssen che mette il sigillo finale sul match. Spurs a -4 dal Chelsea.


CRYSTAL PALACE-LEICESTER 2-2

6′ Huth (L), 53′ Vardy (L), 55′ Cabaye (CP), 70′ Benteke (CP)

Momento positivo per entrambe le squadre in Premier League, capaci di raccogliere 15 punti nelle ultime sei giornate, più di qualunque altra squadra, escluso il Tottenham (18). La partita del Selhurst Park regala subito spettacolo, con le Foxes già avanti al 6′ con il tedesco Huth, che di testa sigla il vantaggio direttamente su una rimessa laterale battuta lunga in area da Fuchs. Ad inizio ripresa, Vardy raddoppia in contropiede lanciato dall’ottimo Mahrez al 52′. Non c’è il tempo di rilassarsi che Cabaye trova il gol per il Palace al 54′, battendo Schmeichel con un destro preciso che di fatto riapre la partita. I padroni di casa mettono il piede sull’accelleratore e al 70′ riescono ad acciuffare il pari grazie a Benteke che segna di testa su splendido assist di Townsend.


EVERTON-BURNLEY 3-1

49′ Jagielka (E), 52′ rig. Vokes (B), 71′ aut. Mee (E), 75′ Lukaku (E)

Vittoria importantissima in chiave europea per i Toffees che si portano a quota 57 punti agganciando l’Arsenal al sesto posto. Dopo un primo tempo povero di occasioni, la partita si infiamma nella ripresa grazie al gol del capitano dei blues Jagielka che porta in vantaggio i padroni di casa al 49′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 52′ il Burnley trova subito il pari su calcio di rigore, procurato e trasformato da Vokes che spiazza Robles. Il nuovo vantaggio per i padroni di casa arriva al 71′ con un tiro a giro di Barkley che trova però una fortunata carambola sui piedi di Mee prima di insaccarsi in modo imprendibile alle spalle del portiere Heaton. L’Everton è padrone del campo e chiude definitivamente la partita al 75′ con il solito predatore d’area Lukaku, al 24esimo gol stagionale in Premier League.


STOKE CITY-HULL CITY 3-1

6′ Arnautovic (S), 51′ Maguire (H), 67′ Crouch (S), 81′ Shaqiri (S)

Vittoria casalinga per gli uomini di Mark Hughes che consolidano il loro piazzamento a metà classifica (39), subito alle spalle di Watford e Southampton (40). Arnautovic porta in vantaggio i Potters al 6′ liberandosi in velocità di due difensori e battendo l’estremo difensore Jakupovic con un tiro che tocca prima la traversa e poi si insacca in rete. Pochi minuti dopo è Shaqiri ad imbeccare in area lo stesso Arnautovic con un assist al bacio ma il giocatore austriaco spreca clamorosamente mandando il pallone alto sulla traversa. Timida la reazione degli ospiti, che devono aspettare il secondo tempo per trovare il gol del pari con Maguire su una mischia in area al 51′. Al 60′ sul cross calibrato di Arnautovic si avventa di testa Walters che impegna con una gran parata Jakupovic, sulla ribatutta è pronto Crouch che però manda fuori da posizione ottimale. Il vantaggio arriva finalmente al 67′, con lo stesso Crouch bravo questa volta a finalizzare di testa sul preciso cross di Walters dalla sinistra. Il 3-1 finale è opera invece di Shaqiri che sorprende il portiere ospite con uno spettacolare tiro dalla trequarti che fa impazzire il Britannia Stadium.


SUNDERLAND-WEST HAM 2-2

5′ Ayew (WH), 27′ Khazri (S), 47′ Collins (WH), 90′ Borini (S)

Il Sunderland fanalino di coda della Premier League è a caccia dei tre punti ma viene bloccato in casa da un ottimo West Ham. Gli Hammers si rendono subito pericolosi in avvio di gara regalando il primo brivido ai tifosi locali con una bella punizione dal limite di Lanzini smanacciata fuori dall’attento Pickford. Il vantaggio del West Ham è però rimandato al 5′ con Ayew che capitalizza al meglio un tiro-cross messo in area da Carrol. La risposta dei Black Cats non si fa attendere e al 27′ il tunisino Khazri si inventa il pareggio con una magia direttamente da calcio d’angolo. La ripresa si riapre con il nuovo vantaggio ospite al 47′ ad opera di Collins che mette in rete di testa sul corner di Snodgrass. Al 71′ ancora Khazri mette in apprensione la difesa ospite con un’incursione in area e un assist sul piatto d’argento per Ndong, che però colpisce male e manda il pallone sulle gradinate. Con la forza della disperazione arriva il 2-2 del Sunderland al 90′ con Borini che spedisce la palla in rete dopo un’uscita avventata di Randolph.


WATFORD-SWANSEA 1-0

42′ Capoue

Vittoria di misura per gli Hornets di Walter Mazzarri al Vicarage Road contro uno Swansea impantanato nella pericolosa zona retrocessione a quota 28 punti, a due lunghezze dall’Hull City (30) e sette da Bournemouth e Crystal Palace (35). Partita combattuta, con occasioni da una parte e dall’altra: al 9′ è l’islandese Sigurdsson ad impegnare Gomes sul proprio palo con una conclusione pericolosa respinta in calcio d’angolo dal portiere brasiliano; dall’altro lato è invece l’idolo locale Deeney che al 26′ chiama al grande intervento Fabianski, che smanaccia alto sulla traversa. Poco prima dell’intervallo è poi Capoue ad approfittare di una palla persa malamente da Mawson per siglare il gol del vantaggio per il Watford. Nella ripresa i padroni di casa amministrano il vantaggio e si rendono pericolosi in due occasioni, con Amrabat e un tiro da fuori area di Doucoure. Finisce 1-0 per i gialloneri che guadagnano un’ottimo decimo posto assestandosi a quota 40 punti.


SOUTHAMPTON – MANCHESTER CITY 0-3

55′ Kompany,77′ Sané, 80′ Aguero

Successo importante per i Citizens che si impongno in serata al St. Mary’s Stadium guadagnando un buon quarto posto alle spalle di Chelsea e Tottenham e Liverpool. Partita dai ritmi altissimi, con occasioni per entrambe le squadre già nel primo tempo. Aguero e Silva i più pericolosi per la squadra di Guardiola, Gabbiadini e Tadic per i Saints di Puel. Nella ripresa, punizione pericolosa di Ward-Prowse di poco a lato al 52′; poi ecco il gol ospite di Kompany che irrompe in area e schiaccia in rete di testa l’assist di Silva da calcio d’angolo. Il City insiste e vuole chiudere la gara in fretta: al 61′ Kompany ha un’altra buona occasione ancora sul corner del solito Silva ma viene chiuso ottimamente dalla difesa. Poi è lo stesso Silva a calciare male un pallone messo in area da de Bruyne al 65′. Al 77′ la rete che chiude finalmente la gara arriva su contropiede orchestrato magistralmente da De Bruyne bravo a servire Sané che fredda Forster per il 2-0. All’80’ Aguero chiude il conto con un preciso colpo di testa su cross dalla destra ancora di De Bruyne.

 

 

Ferny Ligori
Contattami

Ferny Ligori

Nato nel 1984 e cresciuto nella provincia di Lecce. Appassionato di calcio grazie ai mondiali di USA 94, il Lecce di Giacomazzi e Chevanton, le punizioni di Baggio, le incursioni di Ronaldo e le esultanze di Ravanelli. Vive tutt'ora nell'area tecnica dipinta attorno al suo divano.
Ferny Ligori
Contattami