NEWS – Posti in piedi in Premier League per recuperare l’anima popolare del tifo

I vertici della Lega hanno inviato una lettera ai 20 club della Premier League per sondare la disponibilità a destinare una sezione dei rispettivi stadi ai posti in piedi. Così facendo potrebbero avere dei biglietti a basso costo, recuperando l’anima popolare del tifo inglese.

In Inghilterra si discute di questa possibilità già da qualche mese e pochi giorni fa la Lega ha fatto un passo in avanti inviando una lettera ai club per capire il loro stato d’animo davanti a questa novità.
Si tratta di un percorso ideato dalla Lega per recuperare l’anima popolare del tifo inglese, il quale ha vissuto uno dei giorni più tristi a Hillsborough, 28 anni fa, quando persero la vita 96 tifosi del Liverpool a causa dell’errata decisione delle forze dell’ordine di aprire i cancelli pochi minuti prima della semifinale di FA Cup tra i Reds e Nottingham Forest. Dopo questo evento si ebbe una forte pressione governativa affinché venissero introdotte alcune norme negli stadi, tra le quali l’obbligo da parte delle società di modificare le tribune degli impianti realizzando solo posti a sedere.
Adesso si pensa di tornare all’antico.

Il piano presentato dalla Lega della Premier League prevede il posizionamento in alcune aree degli impianti, le safe stands, di seggiolini ribaltabili i quali verranno poi sbloccati e piazzati orizzontalmente per far sedere i tifosi che vorranno assistere alle gare internazionali, nelle quali vige l’obbligo dei posti a sedere e numerati.
L’idea è arrivata dalla Scozia. Nel corso della scorsa stagione, il Celtic Glasgow ha riservato oltre 2500 posti in piedi ai propri tifosi. L’iniziativa è stata apprezzata e non si è verificato nessun incidente.
Il primo club della Premier League a dare la sua adesione al progetto è stato il West Bronwich Albion che con un comunicato sul suo sito ufficiale ha espresso il suo entusiasmo dicendosi pronto a mettere mano alle tribune del The Hawthorns.