Southampton-Everton, le pagelle: Toffees che spettacolo, male i Saints

Southampton-Everton, le pagelle – Grande prestazione dei Toffees che asfaltano un Southampton mai entrato in partita

PAGELLE SOUTHAMPTON – EVERTON: I Saints

Voto al SOUTHAMPTON: 4.5  – E’ una squadra irriconoscibile. Non riesce mai a prendere in mano il match e crea poco sotto il punto di vista delle occasioni. Senza dubbio un passo indietro.

SOUTHAMPTON(4-2-3-1): Stekelenburg 5, Cédric 5, Yoshida 5.5, Fonte 5.5, Targett 4.5, S. Davis 6(Ward-Prowse dal 80′, S.V.), Wanyama 5.5, Tadić 5(Romeu dal 46′, 5.5), Mané 5, Long(Rodriguez dal 72′, 5.5), Pellè 5.5. All. Koeman 5

IL MIGLIORE: Davis 6 – Lotta e prova a creare qualcosa ma purtroppo i suoi sforzi sono vani. La squadra in campo non gira e la sua garra non riesce a scuotere i compagni.

IL PEGGIORE: Targett 4.5 – Sempre in ritardo, non entra mai nel match. Pecca in fase difensiva, dalla sua fascia è nato il primo gol, e non spinge bene quando deve offendere. Senza dubbio da rivedere il suo ruolo da titolare.

VOTI SOUTHAMPTON-EVERTON: I Toffees

Voto all’EVERTON: 7.5 – Gran partita  degli uomini di Martinez che, a parte il primo quarto d’ora, sono padroni del campo. Colpiscono in ripartenza e gestiscono il gioco. Vittoria mertita per i Toffees

EVERTON(4-3-3): Howard 6, Coleman 6.5, Stones 7, Jagielka 6, Galloway 6(Browning dal 88′, S.V.), Barry 6, Cleverly 6, McCarthy 7, Barkley 7, Koné 7(Naismith dal 80′, S.V.), Lukaku 7.5(Delofeu dal 88′, S.V.). All. Martinez 7

IL MIGLIORE: Lukaku 7.5 – Il centravanti belga segna una doppietta e si fa trovare pronto quando è chiamato in causa. La sua squadra gli chiede questo, gol e lavoro sporco, oggi l’ha fatto alla grande.

IL PEGGIORE: Barry 6 – Non certo una brutta partita per il mediano che il suo lavoro lì nel mezzo l’ha fatto anche bene. Tuttavia, in una giornata di eccellenze, lui non si è innalzato svolgendo solo il suo ‘compitino’.

Ciro Vieni

Ciro Vieni

Oltre al calcio seguo con molta affezione anche la pallacanestro, che pratico fin da bambino, e il ciclismo. Inseguo il sogno di diventare un narratore di sport per raccontarlo a chi come me ne è innamorato
Ciro Vieni