SUNDERLAND – Black Cats retrocessi, Moyes ammette: “La colpa è di tutti”

Dopo la sconfitta di sabato contro il Bournemouth, il Sunderland saluta la Premier League dopo dieci anni di permanenza nella massima serie inglese. Il manager dei Black Cats, David Moyes, ha commentato così l’evento: “Siamo tutti delusi e mi dispiace moltissimo per i tifosi. Ci prendiamo le nostre responsabilità dall’inizio alla fine. Non so quali parole puoi dire ai giocatori, ho detto loro che hanno combattuto per la maglia, per cui è difficile dire altro. Penso che ora il piano sarà di sedermi a parlare con il presidente e pensare come riportare subito la squadra in Premier. Questo è un grande club”. Il Sunderland fino ad oggi ha collezionato in Premier 5 vittorie, 6 pareggi e 23 sconfitte con 26 gol fatti e 60 subiti in 34 match. Negli ultimi anni il club è riuscito a salvarsi dalla retrocessione sempre nelle ultime giornate e per un soffio, ma sembrava che questo verdetto dovesse prima poi accadere. Ora la domanda è se anche in Championship sarà ancora il tecnico scozzese a tenere le redini del Sunderland.