TABELLINO MANCHESTER CITY-SUNDERLAND 4-1: accademia City all’Etihad

Ecco il tabellino della gara dell’Etihad tra Manchester City e Sunderland, valida per il diciottesimo turno di Premier League.

tabellino manchester city sunderland

PRIMO TEMPO – All’Etihad Stadium di Manchester è andato in scena il diciottesimo turno di Premier League tra Manchester City e Sunderland. L’appuntamento con il Boxing Day ha avuto inizio con il raccoglimento dello stadio intero attorno alle vittime dell’anno solare 2015. Nonostante la sconfitta del Monday Night contro l’Arsenal, all’Etihad si è respirata un’aria positiva. C’è ottimismo nei confronti del Manchester City da parte dei tifosi. Il primo quarto d’ora di gara è stato caratterizzato dal più classico ed estenuante possesso palla dei padroni di casa che hanno il merito di sbloccare la sfida al dodicesimo di gioco con Sterling: assist di De Bruyne al bacio per l’ex Liverpool, i due giocatori più pagati della sessione estiva di mercato. I più attesi in assoluto, sui quali, nonostante la giovane età, grava il peso delle speranze di tutta una tifoseria. Quattro minuti più tardi arriva il raddoppio dei padroni di casa con il capitano, Tourè: classica manovra sulla trequarti dell’ivoriano che sposta la palla dal destro al sinistro eludendo la marcatura avversaria e scagliando una staffilata imprendibile per Vito Mannone sul palo alla sinistra del portiere. Due a zero in meno di venti minuti, reazione City alla sconfitta di Emirates. Dopo ventuno minuti di Citizens, però, gli ospiti si affacciano dalle parti di Hart sfiorando l’1-2 con un colpo di testa a cercare il palo lontano di Danny Graham. Brivido per i tifosi di casa che però, pochi istanti più tardi, possono gioire ancora: De Bruyne, ispiratissimo, inventa per Bony che cala il tris. Nemmeno ventidue minuti di gioco dal fischio d’inizio di Anthony Taylor ed il City è già sopra di tre reti. L’occasione per il poker ci sarebbe tre minuti più tardi quando, sugli sviluppi di una punizione battuta da Silva, la palla viene colpita di testa in area da Bony che la fa carambolare sul corpo di Mangala che mette in fallo di fondo. Il Sunderland non ci sta e ci prova prima con Fletcher, che sfugge a Mangala, e poi con Borini che scappa alla marcatura di Otamendi. Non impeccabili i due centrali di Pellegrini che ringrazia il cielo di aver recuperato capitan Kompany. Prima del duplice fischio c’è tempo anche per un altro gol di Sterling, stavolta annullato per posizione di offside.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con gli applausi dell’Etihad per Kompany che si alza per il riscaldamento. Il City è sempre padrone del campo, gli uomini di Allardyce invece fanno parte della splendida cornice dell’Etihad. A sette minuti dal fischio di Taylor arriva il giusto premio per il grande lavoro svolto da De Bruyne nel primo tempo: il belga batte Mannone calando il poker. I padroni di casa abbassano sensibilmente il baricentro di gioco e Borini, al quarto d’ora della ripresa, ne approfitta accorciando le distanze: sulla conclusione di Cattermole, indirizzata verso il palo lontano, l’attaccante italiano è il più lesto a colpire di mancino e battere l’estremo difensore padrone di casa. Nel frattempo rientra in campo dopo diverse settimane il vero capitano del City, Vincent Kompany, applaudito da tutto lo stadio. Al 69’ di gioco un fallo di Coates stende Silva in area: Bony si incarica della battuta del rigore ma fallisce amaramente calciando alle stelle. Pochi istanti più tardi, però, si consuma il dramma: Kompany chiede il cambio, sostituito prontamente da Demichelis. Pellegrini ha voluto azzardare un rientro probabilmente troppo preventivo del suo capitano che dopo un dribbling ha perso l’equilibrio scivolando. Il resto è pura accademia per i padroni di casa che gestiscono il vantaggio sugli ospiti con grande tranquillità.

TABELLINO MANCHESTER CITY-SUNDERLAND:

Manchester City (4-2-3-1): Hart; Sagna, Otamendi (dal 60′ al 71′ Kompany, dal 71′ Demichelis), Mangala, Kolarov; Fernandinho, Toure (C) (dal 60′ Delph); De Bruyne, Silva, Sterling; Bony.

Sunderland (4-3-3): Mannone; Jones, O’Shea, Coates, Van Aanholt; Johnson, Mvila (dal 56′ Cattermole), Jordi Gomez; Graham (dal 72′ Watmore), Borini, Fletcher (dal 63′ Lens).

MARCATORI – 13’ Sterling (M), 17’ Tourè (M), 22’ Bony (M), 54’ De Bruyne (M), 59’ Borini (S)

AMMONITI –  4’ Sterling (M), 35’ Jones (S)

ESPULSI – //

ARBITRO – Anthony Taylor

STADIOEtihad Stadium | Manchester