TABELLINO WATFORD-TOTTENHAM 1-2: partita dalle mille emozioni, il Tottenham agguanta i 3 punti con tutto il suo orgoglio!

PRIMO TEMPO- Si prospetta un gran pomeriggio di calcio al Vicarage Road, casa del Watford, neo-promossa in Premier League ed autrice di una fantastica cavalcata verso le posizioni più alte della classifica. Al 5’ subito la prima nota della partita: Alli finisce sulla lista dei cattivi, per un fallo in tackle scivolato su una ripartenza. La prima frazione non ha un autentico dominatore: le due squadre si affrontano a viso aperto, ma senza tralasciare la fase difensiva che diventa fondamentale per fermare le discese di Jurado da una parte, e Lamela dall’altra. Al 17’ però è proprio l’ala argentina a trovare la rete, dopo un velocissimo contropiede. L’ex Roma si dimostra freddo sottoporta, spiazzando perfettamente Gomes. Il Watford prova a reagire, ma ancora una volta non riesce a rendere continui i suoi attacchi. La situazione cambia al 40’, quando Ighalo, dopo una palla verticale di Deeney riesce ad insaccare. Il duetto d’attacco del Watford si dimostra ancora una volta letale. In questa occasione la difesa degli Spurs si è addormentata, ed anche l’intervendo di Lloris è rivedibile. Cambio forzato del Tottenham a pochissimi istanti dalla fine, infatti Dembelè è costretto ad abbandonare la partita per problemi fisici: Eriksen è il prescelto di Pochettino per sostituirlo.

SECONDO TEMPO- Secondo tempo assolutamente memorabile a Londra: le due squadre si affrontano come in una battaglia per 45 minuti, lasciando davvero poco spazio alle riflessioni! Behrami entra subito al posto di Abdi, che nel primo tempo aveva mostrato il suo peggio. Al 52′ si scaldano gli animi: Britos, ex Napoli, falcia Trippier proprio sotto gli occhi di Pochettino. Si sfiora la rissa, e l’uruguayano viene punito con un cartellino giallo. Anche Jurado viene ammonito al 58′, dopo uno scontro corpo a corpo con Alli, mentre al 60′ Sanchez Flores decide di sostituire Britos con Prodl: l’austriaco sarà protagonista di un’ottima mezz’ora. Al 63′ la svolta del match: il direttore di gara opta per l’espulsione ai danni di Nathan Ake, autore di un fallo duro e scomposto. Nonostante ciò, la decisione dell’arbitro sembra eccessiva, ed Ighalo espone il suo pensiero ad Antony Taylor dopo un contropiede: anche il nigeriano viene ammonito, e può considerarsi fortunato ad essere ancora del match. Al 68′ viene sostituito Jurado, che esce al posto di Nyom, giocatore più difensivo. Contemporaneamnte, Pochettino inserisce Heung Min Son al posto di un Carrol abbastanza nascosto. L’ultima ammonizione del match è quella di Alderweireld all’ 80′, ma la partita continuerà su ritmi molto maschi fino alla fine. All’ 84′ ed all’ 88′, Watson, centrocampista del Watford, tenta addirittura il gol dalla bandierina: in entrambe le occasioni non ci riesce, ma al secondo tentativo ci va veramente vicino. I tifosi del Watford, ancora in fibrillazione per la colossale occasione dalla bandierina, vengono distrutti un solo minuto dopo: a seguito di una respinta della difesa delle Hornets (anche con probabile fuorigioco), Trippier la riscodella in mezzo. E’ Son il più veloce, ed impatta il pallone con un elegantissimo colpo di tacco volante. Il gol è straordinario, ma il Watford viene punito in maniera eccessiva dopo un’ottima partita.

Al termine della gara il Tottenham si ritrova con 35 punti, ed occupa la terza posizione in classifica, mentre il Watford è settimo, con 29 punti, come lo Stoke City.

 

Tabellino Watford-Tottenham 1-2

AMMONITI: 5′ Alli (T), 50′ Britos (W), 56′ Jurado (W), 64′ Deeney (W), 64′ Ighalo (W), 80′ Alderweireld (T)

ESPULSI: 62′ Akè (W)

MARCATORI: 17′ Lamela (T), 40′ Ighalo (W), 89′ Son (T)

RECUPERO: 

TOTTENHAM (4-2-3-1)- Lloris (C); Trippier, Alderweireld, Vertonghen, Rose; Dier, Dembele (45′ Eriksen); Lamela, Carroll (68′ Son), Alli (80′ Chadli); Kane.

WATFORD (4-2-3-1)- Gomes ; Anya, Cathcart, Britos (59′ Prodl), Ake; Capoue, Watson; Abdi (46′ Behrami), Deeney (C), Jurado (68′ Nyom); Ighalo.