THE ENGLISH OF EURO 2016 – GIRONE C: Ecco come sono andati al termine della 2° giornata

Di seguito ecco come sono andati gli “inglesi” impegnati all’Europeo 2016 nel girone C, che giocano in Premier League.

Gli “inglesi” della GERMANIA

Emre Can (Liverpool) – //

Mesut Ozil (Arsenal) – 5,5: Inizia bene, poi cala il sipario su di lui. Si riprendo solo un po’ nella fase finale quando riesce a spaventare Fabianski. Nel complesso, però, non dimostra ciò che in realtà sappiamo sappia fare.

Bastian Schweinsteiger (Manchester United) – //

Gli “inglesi” dell’ IRLANDA DEL NORD

Cathcart (Watford) – 6,5: Nel primo tempo arriva vicino alla rete con un gran colpo di testa. Si avventa su ogni pallone che arriva nella sua zona.

J Evans (West Brom) – 7: Vigile, sempre attento. Nessuna imprecizione. E’ il leader indiscusso della difesa nordirlandese.

McAuley (West Brom) – 7,5: E’ arrivata la sua prima rete all’Europeo. Abile nel gioco aereo, ha messo tutta la sua esperienza a disposizione della squadra.

McNair (Manchester United) – Entra al 93′

Baird (Derby County) – //

Davis (Southampton) – 7: Nel primo tempo crea il primo vero pericolo per l’Ucraina con un tiro potente da posizione defilata.

Norwood (Reading) – 7: E’ suo l’assist su punizione che porta in vantaggio l’Irlanda del Nord. Dimostra piedi buoni e buone idee ad aprire il gioco.

C Evans (Blackburn Rovers) – 6,5: Si fa valere e si prodiga a coprire le spalle ai suoi compagni che si spingono in avanti..

Dallas (Leeds United) – 6,5: Il giocatore conferma le sue buone qualità con cross, dribbling ed azioni in serie.

Ward (Nottingham Forest) – 6,5: Risulta fastidioso a qualsiasi difensore ucraino. Si fa notare per il suo pressing e la sua grinta.

K Lafferty (Norwich City) – //

Washington (QPR) – 6: Volenteroso. Si prodiga per i compagni nonostante le sue qualità tecniche siano limitate.

Gli “inglesi” della POLONIA

Artur Boruc (Bournemouth) – //

Lukasz Fabianski (Swansea City) – 6,5: Resta imbattuto dopo due partite. E’ sempre vigile e riesce ad evitare la rete di Özil.

L’Ucraina non presenta giocatori che militano in Premier League.