THE ENGLISH OF EURO 2016 – GIRONE E: i voti della seconda giornata

Ecco il resoconto della seconda giornata di questo girone E, vediamo come si sono comportati i giocatori che militano in Premier League.

                                             Gli “inglesi” della SVEZIA

Olsson ( Norwich): 5.5 Riesce a mettere in mostra la sua velocità in diverse occasioni, ma non crea mai occasioni pericolose

Larsson ( Sunderland): 5.5 Partita sottotono per il giocatore dei Black Cats, quasi mai nel vivo del gioco

                                           Gli “inglesi” dell’ IRLANDA

Given ( Stoke): //

Randolph ( West Ham): 5,5 Subisce tre gol su cui non ha grosse responsabilità

Westwood ( Sheffield Wed): //

Seamus Coleman (Everton): 5 Oggi se la deve vedere con Hazard, che più di una volta gli fa girare la testa

Cyrus Christie (Derby): //

Ciaran Clark (Aston Villa): 5 Lukaku fa quello che vuole in area di rigore e la colpa è anche sua

Richard Keogh (Derby): //

John O’Shea (Sunderland): 5 Non riesce a contenere Lukaku, che punisce la difesa con due gol

 Shane Duffy (Blackburn): //

Stephen Ward (Burnley): 5 Carrasco prima e MErtens poi non gli fanno passare un bel pomeriggio

Aiden McGeady (Sheffield Wednesday): 5 Entra all’ 71esimo, ma combina poco

James McClean (West Brom): 5,5 Subentra sul 2-0 e non riesce a far risalire la china ai suoi

Glenn Whelan (Stoke City): 5.5  Non può nulla di fronte allo strapotere del Belgio

James McCarthy (Everton): 5 Male il centrocampista dell’Eveton, che infatti è il primo ad essere sostituito

Jeff Hendrick (Derby County): 5  Fa il suo esordio in questo Europeo, ma si becca subito un giallo che ne compromette il match

David Meyler (Hull City): //

Stephen Quinn (Reading): //

  Wes Hoolahan (Norwich): 5.5 Non può nulla neanche lui quest’oggi

Robbie Brady (Norwich): 6 Riesce a mettere in mostra le sue qualità, tuttavia da solo non può fare nulla

Jonathan Walters (Stoke):  //

Shane Long (Southampton): 5 LA difesa del Belgio lo neutralizza ottimamente

Daryl Murphy (Ipswich): //

                                                       Gli “inglesi” dell’ITALIA

Darmian (Manchester United): //

Ogbonna (West Ham): //

Giaccherini (Sunderland): 6.5 E’ sempre tra i migliori dei suoi, recupera palloni, difende ed attacca con un’energia instancabile.

Pellè (Southampton): 5.5 Giornata no per l’attaccante dei Saints, che non riesce ad incidere mai

                                   Gli “inglesi del BELGIO

 

Courtois (Chelsea): 6 Sempre presente quando serve

Mignolet (Liverpool): //

Alderweireld (Tottenham): Ingabbia ottimamente Long e protegge la sua porta

Vertonghen (Tottenham): 6 Molto meglio oggi rispetto alla partita con l’Italia

Dembele (Tottenham): 6.5 Esordisce in questo Europeo e porta molta corsa al centrocampo belga

Fellaini (Manchester United): //

Benteke (Liverpool): s.v Entra all’83esimo e per questo non è valutabile

Origi(Liverpool): //

De Bruyne (Manchester City): 6.5 Una sua giocata fornisce l’assist con cui Lukau sblocca la partita

Hazard (Chelsea): 6,5 Anche se oggi risulta essere impreciso, è sempre il più pericoloso dei suoi

Lukaku(Everton): 7 Riscatta il pessimo esordio con una doppietta determinante.

Andrea Pierantozzi

24 anni,laureato in Economia.Il mio credo calcistico si basa sulla trinità Totti,Henry,Ronaldinho.Faccio parte di quelli che " noi non supereremo mai questa fase."