EVERTON – Un Tim Howard in lacrime saluta i tifosi Toffees

Al termine di Everton-Norwich c’è stato il commovente saluto di Tim Howard a tutti i tifosi dei Blu di Liverpool. Ecco le parole del portierone statunitense.

“Ricordo la promessa che mi fece Moyes quando arrivai 10 anni fa: “Appena avrai attraversato quelle porte, ti innamorerai”. Oggi attraverserò quelle porte un’ultima volta e poi partirò. Partirò portando nel cuore l’amore per questo grande club e per i tifosi di questo club, l’Everton. Sarò sempre molto grato a molti. Certamente, ai tifosi, che mettono sempre tante passione per rendere così l’Everton. I miei compagni di squadra. Tra gli altri Hibbert, Osman e Baines, che sono sempre stati l’esempio di come un giocatore dell’Everton dovrebbe allenarsi, giocare ed agire. Jagielka è stato il capitano migliore ed il più forte, ed è stato un onore seguirlo. Due grandi allenatori. Moyes è stato un grande leader che ha saputo combinare forza ed integrità. Devo tanto anche a Martinez, per il suo decoro e per avermi reso l’uomo che sono. Il mio grande presidente, Bill Kenwright. Le parole non esprimono la gratitudine che provo. E poi ci sono tante altre persone nel club che lavorano e lo supportano che fanno parte della mia famiglia, adesso e per sempre. Me ne andrò da Goodison Park dopo che avrò avuto l’onore di indossare per la 414° volta la famosa maglia dell’Everton. Camminerò per quel tunnel un’ultima volta ancora e sentirò gli applausi dei 40mila tifosi. Terrò con me queste immagini e questi suoni per sempre, dovunque andrò. Ora torno a casa, in America. Ma dopo 10 anni in Blue, QUESTA E’ CASA MIA. Vi amo tutti, e sono molto grato a ciò che il club e tutte le persone vicine all’Everton mi hanno dato. EVERTON, sei diventato parte della mia anima. Sarai per sempre nel mio cuore. COYB. TUO,24.”
Queste le commoventi parole di Tim Howard, che si appresta a tornare nella MLS, dove giocherà con il Colorado Rapids.