UFFICIALE – Liverpool: Balotelli al Milan

Mario Balotelli è ufficialmente un calciatore del Milan, dopo la firma sul nuovo contratto rossonero e il superamento delle consuete visite mediche.

Balotelli lascia il Liverpool dopo un’annata decisamente storta, durante la quale ha segnato solo 4 gol in 28 partite tra campionato e coppe.
Il talento italiano, mai maturato completamente, torna così in Italia per tentare l’ultima chance della sua carriera e scalare le gerarchie del CT della nazionale italiana Antonio Conte, che nelle ultime uscite l’ha del tutto ignorato.
Mario, dopo aver spaccato Liverpool in due, ad agosto scorso, adesso fa felici in molti, sicuramente la stragrande maggioranza dei tifosi Reds, ormai arresi al comportamento inspiegabile del numero 45.
Il rapporto con Rodgers non è mai nato, anzi, negli ultimi mesi, durante la preparazione pre-campionato, il manager del Liverpool non ha mai speso parole dolci sull’attaccante, né l’ha convocato per la tournée estiva. “Il suo futuro dipende solo da lui, si sta allenando a Liverpool“, erano queste le parole più volte ripetute dallo stesso Rodgers che sapevano di addio vicino.

Il ritorno al Milan può far sicuramente bene a Balotelli, che a San Siro, nonostante tutto, è stato sempre adorato, e d’altronde ai rossoneri serviva una punta da alternare a Bacca o Luiz Adriano. Balotelli è la pedina giusta considerando anche che la pista Ibrahimovic col passare dei giorni si faceva sempre più spinosa e la sconfitta in campionato dei rossoneri a Firenze non lasciava alternative: rinforzare ancora una volta la rosa.

Balotelli abiterà al centro di Milano, e non, come ai tempi dell’Inter, in una villa nei dintorni di Como.
Galliani ha così detto di Mario: “… lui ha capito che questo è l’ultimissimo treno che gli passa davanti, speriamo non lo perda“.
Occasione da non sprecare assolutamente, quindi, se, come abbiamo già detto, l’attaccante nato a Palermo, vorrà riconquistare la Nazionale in ottica Europeo 2016.

Mario martedì mattina alle 8.17 è arrivato alla clinica La Madonnina, a Milano, dribblando le domande dei giornalisti e deciso a sbrigare subito le visite mediche.
Pochi minuti fa, invece, è arrivata la firma sul suo contratto, che lo legherà al Milan fino 30 giugno 2016.
Prestito secco, quindi, e nessun obbligo o diritto di riscatto da parte del Milan, che solo nel caso in cui Mario farà bene, potrà pensare di modificare l’accordo con i Reds.
In caso, invece, di comportamento deprecabile, il Milan potrà mandarlo via dato che in tale caso Mario non avrà rispettato un codice di comportamento che dovrebbe essere addirittura scritto e firmato dall’attaccante.
Tuttavia ci sono i presupposti che questa volta Mario non sgarri, anche perchè la stessa società Milanese dovrebbe affidare a un uomo di fiducia il controllo quotidiano, 24h su 24, del numero 45.

Per quanto riguarda le cifre tanto attese dell’affare: il Milan pagherà parte dell’ingaggio di Balotelli, circa 2 milioni e 250 mila euro, il resto lo pagherà il Liverpool, per completare i 3,5 milioni che percepiva fino allo scorso anno.

Queste le parole di Mario uscendo dalla clinica milanese l’altro ieri: “Sono felice di essere tornato, ora non ho molto da dire, mi devo solo allenare. Fisicamente sto abbastanza bene, ho molte motivazioni. Ora devo solo lavorare e non parlare“. E sul suo ritorno, ha concluso: “Mi immaginavo di tornare al Milan, l’ho sempre avuto nel cuore e ci speravo. Se è un ritorno a casa? No, io abito a Brescia. Se penso di finire carriera al Milan? Devo allenarmi e fare un buon anno. Al domani ci penseremo“.

L’avventura di Mario a Milano è pronta a ricominciare, Rodgers non l’ha mai preso in considerazione ma su una cosa non si sbagliava: il futuro dipende solo da lui.

Giuseppe Chiarolla
FOLLOW ME

Giuseppe Chiarolla

Classe 1996. Malato di calcio da quando aveva 6 anni. Innamorato delle notizie.
- C'è sempre una storia dietro poche righe -
Giuseppe Chiarolla
FOLLOW ME