WEST HAM – Roberto Mancini in pole se dovesse saltare Slaven Bilic

Secondo il tabloid The Telegraph, la dirigenza del West Ham starebbe pensando all’esonero di Slaven Bilic e avrebbe individuato in Roberto Mancini il successore.

L’ex-tecnico di Lokomotiv Mosca e Besiktas non ha convinto appieno durante questa stagione, facendo galleggiare gli Hammers appena sopra la zona relegation.

Gli 11 punti in dodici partite, ma con solo tre lunghezze di vantaggio sul Sunderland penultimo, sono un ritmo non accettabile per una squadra che ad agosto puntava ad un accesso in Europa League.

Andare in Championship, oltreché essere uno smacco per un club storico come il West Ham, comporterebbe anche dei disagi finanziari, con la non possibilità di poter adempire agli ultimi pagamenti dei canoni dello Stadio Olimpico di Londra.

David Sullivan, patron del club di Londra, avrebbe fatto quattro nomi al CdA, come possibili successori di Bilic: Mancini, Howe, Benitez e Garcia.

Il tecnico di Jesi sembrerebbe essere quello prescelto dalla dirigenza degli Irons: è innanzitutto libero da vincoli contrattuali, quindi ha esperienza col calcio inglese.

Inoltre l’ex-allenatore di City e Inter tende a giocare col 4-2-3-1, il modulo favorito dai proprietari per le spiccate qualità offensive di cui il West Ham dispone.

Il quotidiano inglese non lascia trapelare alcuna notizia ulteriore, ma, a quanto ha dichiarato il vicepresidente Karren Brady, la dirigenza non vorrebbe disputare il mese decisivo per la Premier, il periodo dicembre-gennaio, con ancora il croato alla guida.