TOFFEES CORNER – La Sagrada Familia

Buongiorno amici tifosi dell’Everton, bentrovati su Passionepremier.com!

La tradizione inglese impone il turno di campionato il 26 dicembre, nel boxing day, e sarà finalmente un dolce natale sotto l’albero di Finch Farm.

L’Everton arriva a Newcastle con l’imperativo categorico di vincere, se si vuole provare a non perdere il treno delle prime posizioni valide per l’Europa, in questo pazzo campionato dove Manchester United, Chelsea e Liverpool stanno facendo di tutti per fare spazio agli altri. Martinez si presenta con delle novità: fuori gli esterni, Kone e Deulofeu, dentro Mirallas e Lennon.

Il belga si fa subito vedere scoccando un tiro velenoso dopo soli 15 minuti ma trovando il portiere Elliot pronto e reattivo. Pochi minuti dopo Mitrovic viene dimenticato dalla retroguardia Toffees ed ha tutto il tempo di tuffarsi alla ricerca del pallone ma liscia l’imbeccata di testa. Sul capovolgimento di fronte, Lukaku viene pescato da Cleverley, prova ad addomesticare il pallone ma la difesa sventa il pericolo. Un minuto dopo la scena si ripete nella sua bellezza in modo abbastanza simile, con Lukaku che stavolta prova la botta ma Elliott si immola, parando.

Il Newcastle reagisce provando due volte a sorprendere la difesa in modi improbabili (un colpo di testa lentissimo e uno scatto altrettanto poco veloce) e quasi ci riesce ma l’imprecisione nel primo caso ed Howard nel secondo salvano l’Everton da una situazione decisamente poco edificante.

Il primo tempo comunque è di marca Everton, non ci sono occasioni nette ma la costruzione del gioco è netto appannaggio della squadra di Martinez. Tuttavia la costruzione del gioco dell’Everton è paragonabile a quella della Sagrada Familia di Barcellona, che il nostro allenatore catalano conosce bene: una costruzione lenta, macchinosa, infinita. E ogni volta che il Newcastle avanza partono i brividi.

Al 40’ Janmaat viene graziato, commette un classico fallo tattico da giallo sbilanciando da tergo l’avversario in corsa, Barkley in quel caso. L’arbitro risparmia all’olandese il secondo cartellino giallo. Nel finale di primo tempo Lennon ubriaca Wyjnaldum che si vede costretto ad atterrare l’inglese. L’Everton non è a St James’ Park in gita.

Nella seconda frazione, scende come sempre in campo una squadra diversa. In avvio di secondo tempo l’Everton soffre i lanci lunghi. Prima Perez con un lancio dal fondo, poi Mitrovic su un cross di Sissoko dall’esterno mettono in difficoltà la retroguardia della squadra del Merseyside. Colback taglia l’area di rigore per mettere un pallone sulla testa di Wyjnaldum che da due metri incorna verso la porta ma Howard reattivo dice di no. L’Everton riesce a rendersi pericoloso solo in occasione di un corner battuto da Baines ma che non trova la via della porta. Al 90’ accade l’impensabile. Un altro corner, stavolta battuto da Deulofeu, permette a Cleverley di provare un cucchiaio di testa che effettua tutta una parabola prima di entrare in porta. Gol al novantesimo per noi, incredibile! Il regalo di Natale ce lo siamo fatti con un giorno di ritardo.

<div class=”getty embed image” style=”background-color:#fff;display:inline-block;font-family:’Helvetica Neue’,Helvetica,Arial,sans-serif;color:#a7a7a7;font-size:11px;width:100%;max-width:594px;”><div style=”padding:0;margin:0;text-align:left;”><a href=”http://www.gettyimages.com/detail/502537980″ target=”_blank” style=”color:#a7a7a7;text-decoration:none;font-weight:normal !important;border:none;display:inline-block;”>Embed from Getty Images</a></div><div style=”overflow:hidden;position:relative;height:0;padding:70.202020% 0 0 0;width:100%;”><iframe src=”//embed.gettyimages.com/embed/502537980?et=YiYrQ8swQmFKsnfDO5HafA&viewMoreLink=off&sig=2BnUxKEBF_54x-VpMICGtxMFK7QmQFF4nK_DCXA1Zp4=&caption=true” width=”594″ height=”417″ scrolling=”no” frameborder=”0″ style=”display:inline-block;position:absolute;top:0;left:0;width:100%;height:100%;margin:0;”></iframe></div><p style=”margin:0;”></p></div>