TOFFEES CORNER – Testimoni di Gioia

Bentrovati amici tifosi dell’Everton e di Passionepremier.com!

Quanto ipotizzato la settimana scorsa, e cioè un colpo di coda, un sussulto d’orgoglio, ai danni dei freschi campioni d’Inghilterra del Leicester, ovviamente non c’è stato. Siamo stati, per l’ennesima volta, spettatori dell’altrui trionfo, e tornati a casa nuovamente con gli occhi pieni e le mani vuote.

Ci siamo trovati al King Power Stadium con una folla di maglie dei Foxes, impensabile solo nove mesi fa, che urlava al mondo il suo orgoglio di fronte a mister Claudio Ranieri, l’uomo del miracolo. Arriviamo lì e, nel pieno di quello stile italiano capace di rendere ogni cosa, anche la più romantica, un’autentica pagliacciata, troviamo Andrea Bocelli che canta il “Nessun Dorma” e i nostri, per dispetto o irriverenza, si addormentano. Ennesimo gol subito da calcio piazzato, ennesimo gol di bomber Vardy, che si permette anche il lusso di sbagliare un rigore, ennesimo ingresso di Mirallas dalla panchina condito da ottima prestazione e gol. Il resto dei giocatori dell’Everton tranne forse solo Joel che ha smanacciato il possibile, è già distesa al sole di Formentera. Deulofeu infortunato lievemente al ginocchio ha chiuso anticipatamente la stagione e Niasse, beh Niasse…

Stasera e domenica chiudiamo il libro di questa stagione, riservandoci di relegarlo nel ripiano più alto della libreria, di modo che mai ci venga voglia di riaprirlo. Eppure dobbiamo affrontare il Sunderland e chiudere in casa con il Norwich dell’amato e compianto Lionheart di Scozia Steven Naismith, due squadre che per evitare la relegation daranno molto di più del 100% in campo. L’Everton invece ha girato al minimo quando aveva una qualche importanza, con che spirito affronteranno invece questo ultimo scampolo di stagione? La chiave è questa e la soluzione è abbastanza scontata. Cerchiamo almeno di non fare brutta figura fino alla fine. Come On You Blues!