TOFFEES CORNER – Una cavalcata zoppa

Bentrovati amici tifosi dell’Everton e di Passionepremier.com! Andiamo in onda straordinariamente di venerdì, con un’edizione brevissima a cavallo tra due partite. La partita di sabato a Norwich rientrava nel novero di partite “abbordabili”, con i Canaries in difficoltà quest’anno, soprattutto in area di rigore. Degli ultimi dieci incontri in campionato tuttavia, ben sei si sono conclusi con la parità tra le due squadre, quattro col punteggio di 1-1, quasi sempre a dispetto di quanto dicesse la classifica. Anche questa volta è andata così, con una squadra che dopo un primo tempo assolutamente dominato, si è spenta nel secondo e che, come sostenuto da Barry, dopo il pareggio di Hoolahan ha perso la testa.

Le squadre scendono in campo con un 4-2-3-1 speculare. La formazione dell’Everton vede Howard in porta, difesa a 4 costruita su Coleman, Stones, Funes Mori e Baines. I due di centrocampo sono Cleverley e Barry, con Deulofeu, Barkley e Kone a sostegno di Lukaku.

Dopo 15 minuti, al culmine di una rocambolesca azione d’area iniziata da un calcio d’angolo battuto da Baines, va in scena l’ennesima dolcissima replica dello spettacolo del gol. Deulofeu inventa, Lukaku nonostante sia ben marcato, finalizza. 0-1 e 51 gol per Romelu in 101 partite con la maglia dei Toffees.

In avvio di ripresa, chi di corner ferisce, di corner perisce. Un pallone velenoso spiove in area, incornato dai giocatori del Norwich ma, a Howard battuto, Barkley riesce a respingere una volta sulla linea di porta, dovendosi arrendere però al tap-in vincente di Hoolahan, che così si fa perdonare dei propri tifosi il rigore sbagliato nella partita di Capital One Cup dello scorso 27 ottobre.

Sabato a Goodison Park i ragazzi di Martinez aspettano l’incredibile Leicester di questa stagione, che finora ha perso solo contro l’Arsenal secondo in classifica. Sicuramente non ci aspetta una gara facile, e sarà grande l’attesa per lo scontro tra Vardy e Lukaku, rispettivamente primo e secondo nella classifica marcatori di Premier ma sappiamo bene che i nostri contro le grandi squadre tirano fuori prestazioni memorabili, speriamo di festeggiare. In ogni caso, Come On You Blues!